Rimini. RUBA MERCE AL CENTRO COMMERCIALE: ARRESTATO DALLA POLIZIA DI STATO

Alle ore 15.55 circa di ieri, una pattuglia di volante si recava presso il negozio “ZARA” all’interno del Centro Commerciale “Le Befane”, poiché era presente un soggetto (un 33enne di origine tunisina, con numerosi precedenti penali e di Polizia) che aveva occultato all’interno del proprio zaino, un paio di pantaloni jeans ed una borsa a tracolla.

Sentito l’addetto alla vigilanza, lo stesso riferiva di aver notato l’uomo unitamente ad un altro soggetto della stessa etnia, entrare nei camerini di prova degli abiti e mentre il secondo soggetto si recava in cassa per il pagamento di tutta la merce l’individuo in questione temporeggiava nei camerini, l’addetto alla vigilanza, insospettito da tale atteggiamento si avvicinava al camerino dove lo stesso era entrato, sentendo chiaramente il rumore dell’antitaccheggio che veniva asportato dalla merce.

A quel punto, veniva avvisata, tramite 112 nue – il numero unico di emergenza delle forze dell’ordine – la sala operativa della questura, che provvedeva ad inviare una volante sul posto.

Gli agenti così provvedevano a perquisire il soggetto, che aveva già oltrepassato le barriere anti taccheggio senza che le stesse suonassero, e all’interno dello zaino, oltre agli effetti personali, rinvenivano i jeans e la borsa (privi degli antitaccheggi precedentemente strappati) prelevati dal negozio oltre a due dosi di eroina.

L’uomo veniva così accompagnato presso gli uffici della Questura e tratto in arresto per furto aggravato oltre che denunciato all’Autorità Amministrativa per possesso di stupefacenti.

Notiziata l’A.G. competente, disponeva il trattenimento dell’arrestato nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna.