A Berlino luci spente a fontane e monumenti, docce fredde in piscine e palestre ad Hannover

Lug 28, 2022

Condividi l'articolo

Per rispondere alla crisi energetica e contribuire al risparmio il Senato di Berlino ha deciso di spegnere le illuminazioni di 200 tra monumenti e attrazioni della capitale tedesca. A partire da agosto le luci notturne saranno progressivamente spente per il Duomo, la Marienkirche, la Staatsoper, la Deutsche Oper, il castello di Charlottenburg e numerosi altri edifici, incluso lo stesso Rotes Rathaus, il palazzo del municipio.

Anche città tedesca di Hannover ha deciso che nelle piscine, nelle palestre e in altri spazi pubblici sarà possibile fare solo docce fredde. Le fontane pubbliche verranno invece spente. L’obiettivo è risparmiare almeno il 15% di energia e affrontare meglio l’emergenza che sta colpendo la Germania a causa dei tagli del gas russo. Da ogni provvedimento sono esenti ovviamente scuole, ospedali, asili, case di riposo. Anche diverse altre città e località tedesche stanno preparando piani di risparmio energetico. 

Pochi giorni fa, anche il presidente della repubblica federale, Frank-Walter Steinmeier, aveva annunciato lo spegnimento dell’illuminazione notturna della sua residenza berlinese nel castello di Bellevue (tranne che in occasione di visite di stato). “Alla luce della guerra contro l’Ucraina e delle minacce alla politica energetica da parte della Russia, è importante gestire la nostra energia con la massima attenzione”, ha dichiarato a rbb24 la ministra per l’Ambiente della città di Berlino, Bettina Jarasch


Fonte originale: Leggi ora la fonte