• A Bologna il diario di Carla Simons, ‘l’altra Anna Frank’

    Condividi l'articolo

    Carla Simons, l’altra Anna Frank.
        Una copia di un diario, 150 fogli in tutto, della letterata ebrea quarantenne scritto nello stesso periodo, e nella stessa città (Amsterdam) di Anna Frank, è riemerso di recente durante il riordino dell’archivio della medievista Romana Guarnieri, custodito dalla Fondazione Lercaro di Bologna. A riportare la notizia è il Quotidiano Nazionale. Un diario finora inedito in Italia (esiste una prima ed unica edizione in Olanda datata 2014, ma non è conosciuta in Italia) che copre l’arco temporale dal gennaio 1942 al maggio 1943, e racconta della città olandese occupata dai nazisti.
        Simons morirà ad Auschwitz il 19 novembre dl 1943, dopo esservi stata deportata nell’agosto dello stesso anno. In questi giorni per le edizioni di Storia e Letteratura sta uscendo la versione italiana del diario, curata da Francesca Barresi, che si intitolerà ‘La luce danza irrequieta’. Carla Simons a 22 anni si iscrisse all’Università di Amsterdam ad un corso di lingua e letteratura italiana tenuto da un professore, Romano Guarnieri (originario del Polesine, trascorse diversi anni a Firenze), di cui poi divenne la compagna. La copia del diario della donna, recentemente rinvenuta a Bologna, è poi passato alla figlia di Guarnieri, appunto Romana Guarnieri, avuta dal professore in un precedente matrimonio, scomparsa nel 2004. Martedì 17 gennaio debutterà al Museo Ebraico di Bologna un recital basato sulle parole di Carla Simons, con adattamento di Roberto Alessandrini.
        “La signora Herta è stata deportata ieri. Una povera donna, vecchia e malata”, uno dei passaggi del testo del diario riferito al febbraio 1943. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte