A Bologna la prima campanella suona in Fiera

(ANSA) – BOLOGNA, 14 SET – Mascherina indossata, zaino,
chiacchiere con gli amici e qualche selfie, a distanza, prima di
entrare. Un saluto da lontano ai genitori, una corsa dalla
fermata per chi ha preso il bus, poi via, dalle 8.45 in poi,
tutti in fila seguendo le insegnanti per raggiungere la propria
aula, con lavagna, banchi tradizionali a distanza di sicurezza e
dispenser di gel igienizzante, realizzata nel padiglione 34
della fiera di Bologna. Prima campanella per gli studenti dei
Licei Minghetti e Sabin e dell’Istituto di istruzione superiore
Pier Crescenzi Pacinotti Sirani che, con curiosità, hanno preso
posto negli spazi che l’architetto Mario Cucinella ha ideato
creando una ‘scuola città’ per 1.600 giovani, che così posso
riprendere le lezioni sicurezza.
    A ogni istituto è stato assegnato un colore e ogni via, per
arrivare alle aule, ha un nome, scelto dai ragazzi, che ricorda
eventi e persone che hanno lasciato un segno nella storia: da Li
Wenliang, il medico cinese che ha dato l’allarme sul
coronavirus, a George Floyd. Gli studenti hanno poi preso posto
ai banchi, una insegnante, con il pennarello blu, ha scritto
sulla lavagna: ‘Benvenuti a scuola’. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte