A Forlimpopoli torna la Festa Artusiana, tra cibo e cultura

Giu 20, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 20 GIU – Torna a Forlimpopoli la
    tradizionale Festa con cui il Comune in provincia di
    Forlì-Cesena celebra Pellegrino Artusi, il suo cittadino più
    celebre, padre della cucina italiana. Arrivata alla 26/a
    edizione, la Festa, che si svolgerà dal 25 giugno al 3 luglio,
    conferma tutti gli ingredienti che nel corso degli anni l’hanno
    resa celebre: gastronomia, cultura, intrattenimento, legati dal
    filo conduttore del manuale artusiano, conosciuto in tutto il
    mondo.
        Tutte le sere nella piazza principale (per l’occasione ‘Piazza Pellegrino Artusi’) saranno protagonisti i prodotti di
    qualità delle diverse aree e regioni italiane, con banchi dove
    degustare e acquistare. Ma l’intero centro storico, con i suoi
    ristoranti e gli stand allestiti lungo le strade, imbandisce per
    i visitatori menù con alcune tra le più note delle sue 790
    ricette. E poi ancora convegni, spettacoli e concorsi culinari.
        Tra gli appuntamenti da non perdere, il premio Artusi, che
    quest’anno sarà consegnato il 4 agosto, compleanno di Pellegrino
    Artusi, al regista bolognese Pupi Avati.
        “Artusi è stato un grande intellettuale – ha detto
    l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi – che
    davvero ha contributo a portare le eccellenze gastronomiche
    fuori dalle mura domestiche e a farle diventare identità
    culturale. La Festa che ogni anno Forlimpopoli gli dedica – ha
    concluso Mammi – testimonia la sua importante eredità culinaria
    in Emilia-Romagna ma anche fuori dai confini italiani”.
        Soddisfatta per questa edizione che “torna finalmente alla
    normalità, dopo due edizioni ridotte a causa del Covid” anche la
    sindaca di Forlimpopoli, Milena Garavini. L’impegno di ‘Casa
    Artusi’ è stato poi sottolineato dalla presidente Laila Tentoni: “La nostra associazione compie 15 anni, una festa nella festa,
    per riflettere sul tanto lavoro di questi anni, ma soprattutto
    per progettare insieme il futuro”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Covid: in Emilia-Romagna quasi 5mila casi e tre morti

    Covid: in Emilia-Romagna quasi 5mila casi e tre morti

    (ANSA) - BOLOGNA, 26 GIU - Continuano a crescere, in Emilia-Romagna, sia i contagi da Coronavirus, sia i ricoverati per patologie correlate. Si contano ancora tre morti, tutte donne, fra le quali una 56enne in provincia di Ferrara.    Nelle ultime 24...