A Torino esperimento di un concerto in 5G

Nov 10, 2021

  • Condividi l'articolo

    Con il concerto ‘The Garden of Forking Paths’ nel Gran Salone Ricevimenti di Palazzo Madama, inserito nel progetto europeo ‘5G-Tours’, Torino è stata teatro il 9 novembre di un esperimento mai realizzato prima, di musica suonata in contemporanea da musicisti in punti diversi dalla città grazie ad un’alta connessione 5G. Il pubblico, i 6 musicisti del Fiari Ensemble di Torino e gli attori del Teatro Stabile di Torino erano all’interno dello storico Palazzo, mentre i 4 sassofonisti del Saxemble di Zurigo suonavano camminando per le piazze del centro.

    “Una sincronia impossibile fino ad oggi – hanno spiegato Alessandro Pane direttore di R&D di Ericsson Italia e Daniele Franceschini, responsabile di Innovazione Tim – realizzabile invece con il 5G che permette di stare sotto la soglia dei 3 centesimi di secondo”. Alla realizzazione del concerto, scritto dal maestro Andrea Molino, hanno collaborato Rai, Fondazione Torino Musei e LiveU. “La Rai lavora da tempo sul 5G – ha detto Gino Alberico, direttore Centro Ricerche Rai – e in due direzioni, la produzione e la distribuzione del segnale. Con la pandemia abbiamo assistito a spettacoli musicali con artisti in sincrono da remoto, ma in post produzione, qui siamo in diretta”. “Per me essere qui è un sogno – ha detto l’assessora alla Cultura della Città Chiara Foglietta – in quanto io mi occupo di innovazione e cultura, due settori che qui si sposano totalmente”. Torino nel 2018 ha vinto il bando europeo 5G-Tours insieme ad Atene, dove il progetto studia la realtà smart city, e alla francese Rennes con una ricerca nel campo della cooperazione sanitaria in simultanea. Torino, invece sta sviluppando nuovi orizzonti in campo culturale-turistico che nel 2022 coinvolgeranno anche la Gam (Galleria d’arte moderna) con l’arrivo di due innovativi guide ‘robot’.
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte