Al via il Festival delle Idee, tra gli ospiti Augias e Fiona May

Confermata la seconda edizione del Festival delle Idee che si aprirà il 15 ottobre all’M9-Museo del ‘900 di Venezia Mestre con tema chiave, in un anno che ha rivoluzionato le nostre vite, ‘Idee per la Rinascita’. Alcuni eventi saranno trasmessi anche in diretta streaming sulle pagine Facebook del Museo M9.

Ad aprire il festival, che torna dopo il successo della prima edizione con 8 mila presenze, oltre 30mila visite al sito internet e 390mila persone raggiunte con i social network, saranno il fisico e scrittore Massimo Temporelli tra uomo e tecnologia, la presidente del Museo Madre di Napoli, Laura Valente, il biologo ed evoluzionista Telmo Pievani, il maestro del thriller Donato Carrisi e Camilla Raznovich che si soffermerà sul viaggio.

Tra gli ospiti più attesi del festival, Corrado Augias che parlerà della memoria del passato per comprendere un possibile futuro, Fiona May e Jury Chechi che interverranno sullo sport come mezzo per il cambiamento, Giancarlo De Cataldo sulla ripartenza vista attraverso le lente dell’esperienza nella scrittura di romanzi e per il cinema, Valeria Parrella e il suo ultimo libro on the road al femminile. E poi Federico Rampini, in collegamento da New York, Eliana Liotta, Vito Mancuso e Patrizio Roversi. Lo chef Tino Vettorello farà un focus sul cibo come risorsa.

Nel giorno di chiusura del Festival – ideato da Marilisa Capuano con Tommaso Santini e organizzato da Associazione Futuro delle Idee, in collaborazione con Fondazione di Venezia, e co-organizzato da M9-Museo del ‘900 – Morgan farà un omaggio a Philippe Daverio con l’evento speciale ‘L’ultimo dandy’.

Sul tema ‘Idee per la rinascita’, anche le voci dell’imprenditoria tra le quali: Margherita Amarelli, direttrice commerciale e marketing di Liquirizia Amarelli; Sara Benedetti, Event Manager VeronaFiere SpA e Roberto Bravin, ad Audi Motorclass.

Alcuni appuntamenti del Festival, patrocinato dalla Regione del Veneto, dal Comune di Venezia e da Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, vedranno protagonisti Mogol, Emilio Casalini e Filippo Ongaro saranno il 24 e 25 ottobre, anche al Padiglione Venezia ai Giardini della Biennale, inseriti nel progetto ‘Aperture Straordinarie’ di Giovanna Zabotti. 


Fonte originale: Leggi ora la fonte