Alberto San Juan è stilista Balenciaga in serie Disney

Giu 9, 2022

  • Condividi l'articolo

    Cristòbal Balenciaga odiava parlare di sé, tanto da rilasciare una sola intervista in tutta la sua vita. Eppure non è questo il motivo per cui è difficile raccontare chi fosse davvero. Coco Chanel lo definì “l’unico couturier”, l’unico in grado di cucire e assemblare gli abiti che creava. Alberto San Juan si calerà nei panni di uno degli stilisti più iconici di tutti i tempi nella serie originale Disney+ Balenciaga (titolo provvisorio).
        San Juan ha vinto due volte il Premio Goya: come miglior attore protagonista per Under the Stars (Bajo las estrellas, 2008) e come miglior attore non protagonista per Sentimental (2021). Al suo attivo anche una prolifica carriera teatrale: fondatore della Animalario Company, ha recitato in opere come Alejandro y Ana e Marat Sade, per le quali è stato nominato come miglior attore, e Tito Andronico. San Juan ha dichiarato: “Partecipare a questo progetto è un onore. È una sfida per tutti. Come lo è sempre, ma questa volta un po’ di più. È quasi come girare tre film in quattro mesi, in diverse lingue e con un intervallo di alcuni decenni tra l’inizio e la fine. In poche parole: è un’emozione!”. Ad affiancarlo nella serie un team guidato dai creatori di Loreak (Flowers), Handia e La trincea infinita (vincitori di 13 Premi Goya), Jose Mari Goegana, Jon Garaño e Aitor Arregi, sceneggiatori insieme a Lourdes Iglesias e registi di questa serie che ritrae un uomo enigmatico con un talento straordinario che ha sfidato le convenzioni sociali del suo tempo e rivoluzionato il mondo della moda. “Non appena Alberto San Juan ha fatto il provino, abbiamo immediatamente capito che avevamo trovato il nostro Cristóbal Balenciaga. È il protagonista assoluto, presente in quasi tutte le scene della serie. Interpreta uno stilista, il che implica imparare a cucire e a maneggiare i tessuti”, hanno ricordato Goenaga, Garaño e Arregi. La serie racconta la storia di un uomo che osa sfidare il suo status sociale in quanto figlio di una sarta e di un pescatore. Grazie al suo talento naturale, al lavoro costante e al suo fiuto per gli affari, Balenciaga diventa uno dei più importanti stilisti di moda di tutti i tempi. Ossessionato dalla ricerca della propria autorialità, tra le voci che giudicano il suo lavoro e la solitudine che deriva dall’essere un artista, il pubblico assisterà alla costante decostruzione e ricostruzione delle grandi perdite di questo maestro: il suo compagno di vita, sua madre e il suo Paese. Originario dei paesi baschi e stilista dell’aristocrazia spagnola fino alla guerra civile, Balenciaga non dimenticò mai la sua terra di origine: anche dopo il trasferimento a Parigi, nel 1937, continuò a rendere omaggio alla Spagna, introducendo, nell’alta moda, riferimenti all’arte di Velázquez e al flamenco.
        “Balenciaga ha fondato il futuro della moda”, ha raccontato il celebre fotografo Cecil Beaton, ricordando la sua rivoluzione della silhouette femminile, grazie a forme lineari e rigorose, spesso ispirate all’architettura. Negli anni 50 presenta abiti che entreranno a far parte della storia della moda. “Quando in una stanza entra una donna vestita Balenciaga, tutte le altre scompaiono”, amava ripetere Diana Vreeland. Sono molto le celebrities dell’epoca che scelgono i suoi abiti (come Grace Kelly e Jackie Kennedy) e la regina Fabiola del Belgio gli chiede di disegnarle il vestito che indosserà alle sue nozze
       Nella serie la costumista Bina Daigeller, nominata all’Oscar per il film live-action Walt Disney Studios Mulan, e il modellista Pepo Ruiz Dorado dirigono un reparto di 30 persone che sta ricreando i disegni del maestro di Getaria. Si svolge nel periodo che va dalla guerra civile spagnola ai primi anni ’70, sarà girato su oltre 90 set in Spagna e Francia. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Uccisa suora italiana ad Haiti

    Uccisa suora italiana ad Haiti

    (ANSA) - ROMA, 26 GIU - Luisa Dell'Orto, suora lecchese di 65 anni, è stata uccisa ad Haiti, probabilmente a scopo di rapina, nella capitale Port au Prince dove operava. Suor Luisa era nell'isola da 20 anni. Ne dà notizia l'arcidiocesi di Milano.Secondo quanto...

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    E' finita male, almeno per ora, l'avventura in Francia, sul ring del 'Centre Omnisport' di Massy, del campione europeo dei pesi medi Matteo Signani. Il 43enne 'Giaguaro' romagnolo, che nella vita oltre a praticare la boxe fa la guardia costiera, ha perso contro lo...