Alle Cinque Terre turisti usano traghetti come isole ecologiche

Ago 4, 2022

Condividi l'articolo

(ANSA) – LA SPEZIA, 04 AGO – La raccolta differenziata da
oggi si fa direttamente sui battelli che portano ogni giorno
migliaia di turisti alle Cinque Terre e Porto Venere, partendo
dal lungomare della Spezia. E’ il progetto avviato sulle unità
del Consorzio marittimo 5Terre Golfo della Spezia da Iren spa e
il Parco nazionale delle Cinque Terre per alleggerire il peso
dei rifiuti portati dai visitatori nei famosi cinque borghi
della costa ligure.
    “Una piccola campagna con un grande significato, – ha detto
Luca Dal Fabbro, presidente di Iren – nata per dare una risposta
ad un’esigenza del territorio e sensibilizzare i suoi
visitatori”. I viaggiatori saranno invitati a conservare
bottigliette, packaging e confezioni varie fino al ritorno a
bordo, dove potranno svuotare zaini e tasche nelle isole
ecologiche. Sarà il gestore Acam Ambiente ad occuparsi poi di
prelevare e trattare i rifiuti.
    “Questa iniziativa ha grande valore culturale, in un
territorio che vuole passare all’economia circolare – ha detto
Donatella Bianchi, presidente dell’ente Parco -. L’energia
migliore è quella che decidiamo di non consumare, ma non
possiamo pensare di vivere sotto una teca di cristallo. Quindi,
mentre proviamo a limitare i consumi, diamo agli ospiti la
possibilità di conferire i rifiuti correttamente, associando
questo gesto al momento di pura bellezza che vivono potendo
navigare su questo mare e lungo questa costa”.
    Il Parco ha inoltre allo studio il progetto di creare isole
ecologiche all’interno dei porticcioli dei borghi a servizio
della flotta peschereccia locale e dei diportisti. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte