Aree verdi, funzioni e arredi: approvato il progetto esecutivo per il completamento dei tratti 1 e 8 del Parco del Mare sud

Non si ferma il Parco del Mare, il progetto di riqualificazione dei lungomari che, procedendo per step, sta trasformando il waterfront riminese. Un’opera per stralci partita dai due apici del lungomare sud – lungomare Tintori a Marina Centro e il lungomare Spadazzi a Miramare – e che si avvia alla conclusione con una serie di interventi che consentiranno di restituire i due tratti nel loro assetto definitivo.

Il progetto del completamento dei tratti 1 e 8, approvati nella loro fase esecutiva dalla giunta comunale, consentirà di aumentare notevolmente la presenza di spazi verdi e di alberature, oltre ad arricchire queste aree così naturalizzate di nuove funzioni, con palestre a cielo aperto per l’attività outdoor e giochi per bambini.

Per quanto riguarda il primo tratto, il progetto si concentra sulle aree più prossime alle attività alberghiere e prevede la posa della pavimentazione in gres colorato a richiamare la forma delle ‘sardine’, disegno che caratterizza anche le aiuole che andranno ad arricchire la passeggiata con varie tipologie di essenze arboree. La superficie totale delle aree verdi arriverà a circa 10.200 metri quadrati tra aiuole e prati ed è prevista la messa a dimora di cento nuovi alberi. Con l’intervento sulla pavimentazione e attraverso il ridisegno del terrapieno, si andrà a separare il percorso ciclabile dalla passeggiata in legno, già realizzata e a disposizione della città dall’inizio di luglio. L’accesso carrabile per le operazioni ad esempio di carico e scarico a servizio delle attività sarà garantito dalla parallela via Paolo e Francesca, che sarà zona a traffico limitato. Oltre al completamento degli arredi urbani (panchine, cestini, portabici e fontanelle di acqua potabile), si procederà con l’inserimento di aree verdi, di altre palestre a cielo aperto oltre a quella già presente e di spazi appositamente attrezzati per i bambini e le famiglie.

Nel tratto 8 a Miramare il progetto di completamento prevede l’integrazione della pavimentazione in legno (dal bagno 141 al 145) a conclusione della passeggiata già realizzata con il primo stralcio delle opere. Il confine con l’arenile sarà segnato dalla presenza di aiuole, che si andranno a integrare a quelle presenti tra la passeggiata in legno e l’area pavimentata in gres e con quelle lato alberghi, per un’area verde che complessivamente si estenderà per circa 3mila metri quadrati. Anche in questo caso saranno realizzate “sardine” funzionali con pavimentazione in legno per attività sportive e gioco per bambini.

“L’apertura del primo tratto del Parco del Mare quest’estate ha rappresentato una sorta di anteprima di quello che sarà il nuovo waterfront di Rimini nella sua completezza – commenta l’assessore Roberta FrisoniCon il progetto appena approvato andremo quindi definire i nuovi spazi e verdi e le nuove funzioni, oltre a potenziare la fruibilità del waterfront. Una naturalizzazione e un orientamento a creare maggiori spazi da vivere open air che rappresentano principi guida del parco del Mare e che hanno anticipato quelle esigenze e necessità che oggi sono imprescindibili, mettendo al centro benessere, ambiente e mobilità sostenibile. Parallelamente procede il percorso di analisi delle manifestazioni di interesse dei privati, con le nuove proposte d’accordo che già nei prossimi giorni saranno discusse dalla Giunta comunale”. 

Il completamento del Parco del Mare prevede un investimento di circa 6,5 milioni per il tratto 1 e di 3 milioni per il tratto 8, co-finanziati rispettivamente per l’80% e il 50% dalla Regione Emilia Romagna.


Fonte originale: Leggi ora la fonte