Arriva il restauro di ‘Lo chiamavano Trinità’

Mag 13, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 13 MAG – Dal 9 giugno, grazie al progetto
    di distribuzione ‘Il Cinema Ritrovato’, arriva in sala il nuovo
    restauro di uno dei film più amati della coppia Bud Spencer e
    Terence Hill: ‘Lo chiamavano Trinità…’, diretto nel 1970 da
    E.B. Clucher (ovvero Enzo Barboni), nella versione restaurata da
    Cineteca di Bologna e Rocca delle Macie, nel laboratorio ‘L’Immagine Ritrovata’, con il contributo del MiC. “Il merito di aver messo insieme me e Bud Spencer – ha
    ricordato Terence Hill – fu di Giuseppe Colizzi, con cui facemmo ‘Dio perdona… io no!’, ‘I quattro dell’Ave Maria’ e ‘La
    collina degli stivali’. Dopo questi film io e Bud stavamo
    cercando lavoro, avevamo già visto due o tre copioni che non ci
    erano piaciuti. Intanto Barboni andava in giro per Roma con una
    sceneggiatura intitolata ‘Lo chiamavano Trinità’. I produttori
    l’aprivano e dicevano: ‘Cos’è tutto questo dialogo? Non ci sono
    morti? Passo!’. Noi decidemmo subito di correre il rischio. Sì,
    perché era considerato da tutti un rischio fare un film così
    strano, con delle battute particolari. Lui aveva già pensato di
    farlo con altri due attori, George Eastman e Peter Martell, ma,
    visto che eravamo lì subito disponibili, ci disse che gli andava
    bene e che lo avrebbe fatto fare a noi. Io avevo interpretato
    sempre ruoli drammatici, e quando uscì Trinità fui il primo a
    sorprendermi di questo successo anche perché non sapevo di
    essere divertente. Pensai: ‘Allora faccio ridere!'”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Fan per Berlusconi davanti all’hotel, poi una pizza a cena

    Fan per Berlusconi davanti all’hotel, poi una pizza a cena

    Saluti e cori per Silvio Berlusconi all'uscita dal Grand hotel Santa Lucia di Napoli, dove è alloggiato. Decine di persone con i cellulari in mano e intonando "Silvio Silvio" l'hanno salutato calorosamente. Con lui c'era la compagna Marta Fascina. Poi sono andati a...

    Pace o egoismo

    Pace o egoismo

    Un dato è imprescindibile: chi deciderà i termini dell'intesa nel campo occidentale sarà l'Ucraina, non fosse altro che per le tragedie, i lutti e i danni subiti dalla guerra. Sarà il governo di Kiev a dire «sì» o «no» alle condizioni di una possibile pace. Va da sé,...