Arriva “Super Green Pass”: chi dovrà usarlo

Set 12, 2021

  • Condividi l'articolo

    Un “Super Green Pass” per tutti i lavoratori della Pubblica Amministrazione e dei privati. Sarebbe questa l’ipotesi a cui sta lavorando l’esecutivo Draghi in previsione del nuovo decreto che, al netto di eventuali modifiche, prevede l’estensione dell’obbligo di certificazione verde per i dipendenti – oltre che per i clienti – di molteplici settori lavorativi. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, la data clou per l’approvazione del provvedimento potrebbe essere a metà settimana, tra mercoledì 15 e giovedì 16 settembre, quando si riunirà la Cabina di Regia.

    Cos’è il “Super Green Pass” e a chi serve

    Data la necessità di una ripartenza imminente e in sicurezza, l’esecutivo Draghi starebbe valutando l’ipotesi di un “Super Green Pass”, ovvero, l’estensione dell’obbligo di certificazione verde per tutti i lavoratori della Pubblica Amministrazione oltre a quelli impiegati in attività di servizio (Ristorazione e Trasporti). Le categorie incluse nel nuovo provvedimento coinvolegerebbero: i dipendenti dei ministeri, delle Regioni e degli enti locali, degli enti pubblici non economici, delle agenzie fiscali e delle autorità indipendenti. Non è escluso che anche funzionari della magistratura, militari e forze dell’Ordine possano dover rispondere all’obbligatorietà del pass verde. Secondo il ministro Renato Brunetta, la misura è necessaria per riportare in ufficio tutti quei lavoratori che in questi mesi hanno usufruito dello smartworking e per dare un ulteriore incentivo alla campagna vaccinale. Ad oggi, infatti, sono circa 1,2 milioni i funzionari della Pubblica Amministrazione già vaccinati ma mancherebbe all’appello ancora una quota sostanziosa (circa 350mila).

    Le categorie escluse

    Sono escluse dall’estensione dell’obbligo di certificazione verde i membri del Parlamento. Come ben spiega il Corriere della Sera, per i rappresentati di Camera e Senato occorrerebbe un atto formale, da far approvare prima a Montecitorio e poi a Palazzo Madama. Una trafila burocratica che, data la necessità di approvazione imminente del nuovo decreto, non è al momento praticabile. Per ora, il green pass è necessario per entrare al ristorante, partecipare a convegni e conferenze all’interno di Camera e Senato, per andare in biblioteca o nell’archivio. Ma non è richiesto per le consumazioni al banco né per partecipare alle assemble in aula.

    I nodi del nuovo decreto

    Il nuovo decreto, che potrebbe vedere la luce già a metà della prossima settimana, riserva ancora numerosi nodi. Secondo sottosegretario di Stato Roberto Garofoli l’estensione generalizzata dell’obbligo di certificazione verde presenta molteplici criticità da un punto di vista giurisdizionale. Al momento, pare che si procederà per step includendo cioè solo quei settori, e attività di servizio, dove è già previsto l’obbligo per i clienti.

    L’idea di un percorso graduale per l’introduzione del Super Green Pass non piace al ministro della Salute Roberto Speranza che, d’accordo con Brunetta, vorrebbe affrettare i tempi. Resta attendista, invece, la posizione di Matteo Salvini che preferisce ponderare bene sulle misure del nuovo decreto. Ad ogni modo, la data clou è tra il 15 e il 16 settembre quando si riunirà la Cabina di Regia.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Papa: con corsa ad armi nucleari spreco risorse preziose

    Papa: con corsa ad armi nucleari spreco risorse preziose

    (ANSA) - ROMA, 26 SET - "La corsa agli armamenti, comprese le armi nucleari, continua a sprecare risorse preziose che sarebbe meglio utilizzare a beneficio dello sviluppo integrale dei popoli e per proteggere l'ambiente naturale". Lo dice Papa Francesco in un tweet...

    Parolin all’Onu, nuovi diritti spesso imposti senza consenso

    Parolin all’Onu, nuovi diritti spesso imposti senza consenso

    (ANSA) - CITTA DEL VATICANO, 26 SET - Ci sono "nuove interpretazioni dei diritti umani" e "in molti casi, i 'nuovi diritti' non solo contraddicono i valori che dovrebbero sostenere, ma vengono imposti nonostante l'assenza di consenso internazionale". Lo ha detto il...