Arte e pallone, TvBoy ‘disegna’ maglia del Palermo

Lug 30, 2022

Condividi l'articolo

(ANSA) – ROMA, 30 LUG – Arte e calcio, un binomio che in
Italia, complice anche l’emergere di artisti giovani ma già di
fama internazionale, comincia a produrre risultati molto
interessanti. Così dopo l’evento di lunedì prossimo della
mostra di Jago (scultore che è un’eccellenza italiana) “L’Arte
dell’Integrazione”, organizzata dalla Lega Serie A e Sport e
Salute allo stadio Olimpico, arriva anche la collaborazione fra
TvBoy, tra i più noti street artist al mondo e reduce dal
successo della sua mostra a Milano, e il Palermo, squadra del
cuore e della città dell’artista.
    TvBoy, autore fra l’altro dei murales dei baci tra Salvini e
Di Maio e tra Cristiano Ronaldo e Messi, ha disegnato una delle
maglie che il Palermo indosserà nel prossimo campionato di Serie
B, ispirandosi alla Patrona di Palermo, Santa Rosalia. Il
teschio e le rose, emblemi della figura religiosa, inseriti in
un contesto di motivi ornamentali in stile barocco, vero e
proprio culto nel capoluogo siciliano ed elementi iconografici
classici della figura della Santa, sono inseriti nel tessuto
della casacca. E’ quindi una divisa da gioco ispirata totalmente
all’anima di Palermo e dei palermitani, per aumentare ancora di
più il già forte legame della squadra con il territorio e per
accrescere il senso di appartenenza di un team dalle grandi
ambizioni. Per l’occasione, l’artista ha anche realizzato un
murales con la sua celebre Rosalia nel tunnel dello stadio Renzo
Barbera.
    Altra novità è che la prima maglia del Palermo è che, dopo la
bicolore dello scorso campionato di C, per la stagione entrante
ritorna il rosa pieno con i richiami in nero. Il modello della
divisa principale per la stagione 2022-23 presenta un colletto
largo e tenuto insieme dai laccetti che richiamano all’estetica
vintage e in particolare a modelli utilizzati alla fine degli
anni Cinquanta. Insomma, per il Palermo maglie che diventeranno
per i tifosi rosanero dei veri oggetti di culto. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte