• Atene, negoziati su marmi Partenone in corso ma non facili

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ATENE, 09 GEN – “Abbiamo fatto molta strada, sono
    stati fatti dei passi in avanti e gli sforzi continuano; i
    negoziati non sono facili”. Lo ha dichiarato il portavoce del
    governo greco Yiannis Oikonomou durante l’incontro giornaliero
    con la stampa, rispondendo alle domande sulle trattative tra
    Atene e il British Museum per il possibile ritorno dei celebri
    fregi del Partenone.
        Negoziati “in corso”, secondo il portavoce del governo, che
    hanno come “‘obiettivo la restituzione permanente” dei marmi,
    poiché la Grecia “non riconosce la proprietà del British Museum”
    come chiarito da Oikonomou. Per Atene, infatti, le sculture che
    ornavano la facciata del tempio dell’Acropoli sono state
    trafugate quando il Paese era sotto l’occupazione ottomana,
    mentre per Londra i marmi sono stati “legalmente acquisiti” nel
    1802 dal diplomatico britannico Lord Elgin, responsabile di
    averli poi venduti al British Museum.
        Nei giorni scorsi la stampa britannica e in particolare il
    Daily Telegraph hanno scritto di un accordo imminente per la
    restituzione delle statue sotto forma di uno “scambio culturale”
    e di un “prestito a lungo termine” che permetterebbe al museo
    londinese di aggirare il divieto imposto da una legge britannica
    di smantellare la propria collezione. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte