Atlantia corre in Borsa dopo l’esclusiva a Cdp per Aspi

Partenza a razzo per Atlantia a Piazza Affari dopo l’avvio di trattative in esclusiva con Cdp per la cessione della quota dell’88% in Autostrade per l’Italia.
    La holding della famiglia Benetton, che vede allontanarsi così lo spettro della revoca della concessione, avanza del 5,6% a 14 euro. In avvio di contrattazioni il titolo non era riuscito a scambiare a causa delle pressioni al rialzo. 

    L’ultima mossa è stata decisa nel consiglio di amministrazione riunitosi lunedì e comunicata nella serata del 13 ottobre. “Il Consiglio di amministrazione di Atlantia ha confermato la propria disponibilità a valutare un’eventuale proposta da parte di Cassa Depositi e Prestiti – unitamente ad altri investitori nazionali e internazionali – per un possibile accordo, relativo all’acquisto dell’integrale pacchetto azionario (pari
all’88,06%) della controllata Autostrade per l’Italia, idoneo ad assicurare l’adeguata valorizzazione di mercato della partecipazione medesima”, si legge nella nota, in cui si sottolinea che “tale ipotesi è aderente alla lettera inviata da Atlantia al Governo lo scorso 14 luglio ed in linea con le deliberazioni del consiglio di amministrazione”. A Cassa è stato dunque concesso un “periodo di esclusiva” fino a domenica 18 ottobre. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte