Atletica: Tamberi numero 1 nel ranking mondiale dell’alto

Set 16, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 16 SET – La magica stagione di Gianmarco
    Tamberi si chiude al vertice della classifica del salto in alto
    di World Athletics, che prende in considerazione la media dei
    migliori risultati di ogni atleta per premiare la costanza di
    rendimento nell’anno. Dopo il successo a 2,34 nella finale di
    Diamond League a Zurigo, arrivato a poco più di un mese dalla
    impresa d’oro con 2,37 a Tokyo, l’azzurro ha superato in vetta
    il bielorusso Maksim Nedasekau. Con l’ultimo aggiornamento del
    ranking, è ufficiale il primo posto per l’anconetano delle
    Fiamme Oro che quindi concluderà il 2021 da numero uno al mondo,
    come Antonella Palmisano (Fiamme Gialle), al comando nel ranking
    dei 20 km di marcia dopo la medaglia d’oro olimpica.
        Sono in tutto sette gli azzurri nella top ten di specialità e
    24 nei primi venti. Tra questi altri due trionfatori delle
    Olimpiadi: in seconda posizione Massimo Stano (20 km marcia) e
    in quarta Marcell Jacobs (100 metri). Poi sono ottavi Alessandro
    Sibilio nei 400hs e Tobia Bocchi nel triplo. Si conferma nono il
    pesista Zane Weir. A ridosso dei migliori dieci il lunghista
    Filippo Randazzo (11/o) ma anche il 13/o posto di Fausto Desalu
    (200) e Paolo Dal Molin (110hs). Tra le donne spiccano Elena
    Vallortigara, 14/a nell’alto, e Sara Fantini, 15/a nel martello.
        La classifica “overall” vede come miglior italiano Marcell
    Jacobs (25/o) per il maggior numero di punti guadagnati, davanti
    a Tamberi e Weir, e tra le donne Antonella Palmisano è seguita
    da Luminosa Bogliolo (100 ostacoli) e Nadia Battocletti (5000).
        A livello globale il norvegese Karsten Warholm, primatista del
    mondo nei 400 ostacoli, sorpassa di nuovo il fenomeno svedese
    dell’asta Armand Duplantis, invece nel ranking femminile è
    ancora leader la giamaicana Elaine Thompson-Herah, regina dello
    sprint. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Covid: Russia chiude attività lavorative per nove giorni

    Covid: Russia chiude attività lavorative per nove giorni

     Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che a causa della situazione epidemiologica in Russia saranno dichiarati "giorni non lavorativi" quelli dal 30 ottobre al 7 novembre ma col mantenimento della retribuzione: lo riporta la testata online Meduza. La...