• Attacco hacker a Consiglio comunale Trieste, denunciato uomo

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – TRIESTE, 12 NOV – La Polizia Postale del Friuli
    Venezia Giulia e la Digos di Trieste, in collaborazione con il
    Cosc della Puglia e la Digos di Lecce, hanno individuato e
    denunciato un uomo, di 33 anni, di origine toscana, residente in
    Puglia, per l’attacco al Consiglio Comunale di Trieste avvenuto
    il 15 febbraio scorso. Quel giorno ignoti si erano introdotti
    nel corso della seduta che si stava svolgendo interamente
    online, facendo apparire il logo del movimento ‘V_V’ al posto
    delle webcam di alcuni consiglieri e bombardando la chat,
    utilizzata per regolare i lavori, con frasi provocatorie e
    diffamanti dal contenuto no-vax e no-green pass. Erano state
    diffuse 29.000 parole diffamatorie pubblicate sulla chat, nei
    circa 1000 post inseriti dagli incursori nel giro di quattro
    minuti e i lavori del Consiglio erano ripresi un’ora dopo. Gli
    incursori facevano figurare le proprie connessioni come
    provenienti da ogni parte del mondo, da città come Los Angeles o
    New York.
        L’uomo è stato sottoposto a perquisizione domiciliare e
    informatica; nella sua abitazione sono state trovate maschere
    antigas, magliette e adesivi con il logo V_V, ricevitore in
    radiofrequenza ma anche bombolette spray di colore rosso. Alla
    vista della Polizia, l’uomo ha lanciato il reset del proprio
    cellulare, nel tentativo di cancellare ogni traccia a suo
    carico. Secondo gli investigatori, l’azione non può essere
    considerata una bravata in quanto avrebbe potuto rinfocolare
    situazioni critiche e tese dal punto di vista dell’ordine
    pubblico in una città “simbolo” delle proteste dei movimenti
    no-vax, no green-pass. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte