Augias e Scappucci, la gioia della musica classica

Mag 5, 2022

  • Condividi l'articolo

    “Avremo da divertirci”. E’ la promessa di Corrado Augias, vecchio maestro della divulgazione giornalistica, che dal 9 maggio porta su Rai3 la grande musica classica, da Bach a Puccini, con la voglia di raccontarla in modo leggero e avvincente, spiegando i misteri e le difficolta di una partitura, i segreti di uno strumento, i momenti cruciali della vita di un compositore, la fatica e l’impegno delle prove d’orchestra. ”La Gioia della Musica”, 25 puntate da 25 minuti, è una sfida che andrà in onda fino al 10 giugno dal lunedì al venerdì alle 20:20, fascia prime time ad alto rischio. ”E’ un salto mortale”, l’ha definita l’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes, che sull’argomento la sa lunga per i suoi trascorsi al vertice di istituzioni musicali come il Teatro dell’Opera di Roma. “La musica colta è considerata quasi intoccabile, pericolosissima, garanzia di insuccesso”, dice alludendo alle insidie di proporla al grande pubblico televisivo su una rete generalista. La scommessa, spiega, è programmare in modo strutturale l’offerta musicale di altissimo livello assicurata oggi da Rai Cultura e Rai5, mentre RaiPlay ”è una library straordinaria per tutti gli appassionati” e Rai3 tocca l’eccellenza qualitativa delle riprese audio-video. Augias nel suo viaggio alla scoperta della musica non sarà solo. I direttori d’orchestra Speranza Scappucci e Aurelio Canonici lo aiuteranno al pianoforte a svelare risvolti e curiosità delle invenzioni dei giganti che hanno composto i capolavori sinfonici e della lirica al centro di ogni puntata: dalla Norma di Bellini alla Nona sinfonia di Beethoven, da Madama Butterfly di Puccini alle Nozze di Figaro di Mozart. La novità sarà inoltre il contributo dei professori dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino che si presteranno al gioco di descrivere, tra aneddoti e momenti scherzosi, particolarità e tecnica di ogni strumento per poi proporre l’esecuzione del titolo preso in esame nell’Auditorium Arturo Toscanini. Cos’è un’ouverture? Esistono i flashback in musica? Cosa fa il primo violino? Cos’è il concertino? La Gioia della Musica risponderà a queste e a molte altre domande. ”E’ una produzione fatta come una volta – ha osservato Augias – tutti seduti attorno a un tavolo pensando a un programma tutto fatto in casa, senza contributi esterni. In Rai c’è tutto quel che serve”. Lo stesso rapporto con l’orchestra di Torino si è rivelato una sorpresa: ”Le orchestre hanno fama di essere scontrose, e invece hanno collaborato in modo totale accettando di giocare con noi”. Per l’amministratore delegato della Rai, considerando che la fascia oraria del programma tocca dai 600 mila al milione di telespettatori, ”la possibilità di far capire la musica a un numero così alto di persone può formare un pubblico nuovo”. L’esperimento, ha osservato Fuortes, si inserisce nella scia di ”esperienze illuminate del passato” come ‘L’ amore è un dardo’, il programma-rivelazione condotto da Alessandro Baricco all’inizio degli anni Novanta durante la gestione di Angelo Guglielmi. ”E’ una sfida già vinta in partenza per essere arrivati a proporla – ha sottolineato il direttore di rete Franco Di Mare -. Rai3 ha nelle sue corde genetiche la vocazione all’approfondimento e alla divulgazione. Il programma è una sorta di libretto di istruzioni per scoprire la grammatica della bellezza. Qui l’argomento è un po’ diverso, ma è la stessa fascia oraria in cui abbiamo proposto Stefano Bollani che ha avuto il 6% di share, parti a un milione e 400 mila spettatori ogni sera”. La prima puntata sarà dedicata al racconto del Guglielmo Tell, l’ultima opera composta da Gioacchino Rossini. Proprio dal finale di quest’opera la Rai ha tratto il brano che ha accompagnato dal 1954 al 1986 la sigla in bianco e nero di inizio delle trasmissioni, con quella ragnatela di linee in movimento verso il cielo divenuta familiare per generazioni di telespettatori.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Play off di Serie B: andata semifinale, Brescia-Monza 1-2

    Brescia-Monza 1-2 nella semifinale di andata dei play off del campionato di Serie B, giocata al 'Rigamonti'. Padroni di casa in vantaggio con Moreo al 7' pt, poi doppietta di Gytkjaer al 44' pt e all'11' st (rigore). La partita di ritorno si giocherà domenica, 22...

    Eintracht vince l’Europa League, Ranger ko ai calci di rigore

    Eintracht vince l’Europa League, Ranger ko ai calci di rigore

    L'Eintracht Francoforte ha vinto l'Europa League 2021-'22 battendo i Rangers Glasgow per 6-5 dopo i rigori (1-1 al 90' e dopo i supplementari) nella finale giocata a Siviglia La cronaca SI VA AI CALCI DI RIGORE! Eintracht-Rangers 1-1, Kent allo scadere manca il...