Autismo: ‘Sogniinblu’, laboratorio e sito per inclusione

Mag 26, 2022

Condividi l'articolo

(ANSA) – MESSINA, 26 MAG – A Messina la cooperativa Audacia
ha creato un laboratorio artigianale nel quale giovani autistici
dai 14 anni in su imparano un mestiere nell’ambito del progetto
Interpares, avviato nel dicembre 2021 all’Istituto per la
ricerca e l’innovazione biomedica del Cnr di Messina.
    Nell’ambito dell’iniziativa sono sorti anche un laboratorio di
cucina e di lavoro agricolo. I giovani hanno anche un loro
brand, ‘Sogniinblu’ e un sito Internet dove vendono le loro
creazioni (https://sogniinblu.it). L’iniziativa è stata
presentata a Messina alla presenza, tra gli altri, del capo
dell’Irib Cnr di Messina e responsabile scientifico del progetto
Giovanni Pioggia e della psicologa dello stesso istituto Flavia
Marino.
    “Vogliamo dare a questi giovani una possibilità concreta di
inclusione sociale. La nostra cooperativa sociale – ha detto il
presidente della cooperativa Carmelo Caporlingua – è nata nel
2018 – e ha da sempre come mission l’inclusione sociale. Nel suo
consiglio di amministrazione ci sono persone con grande
esperienza nell’ambito della cooperazione e tra i soci fondatori
abbiamo anche ragazzi affetti da sindrome autistica. Abbiamo
tuttavia – ha aggiunto – diverse altre attività che abbiamo
sviluppato in altri luoghi e che stiamo implementando da quando
abbiamo aderito al progetto Interpares. A Camaro Sant’Anna
offriamo la possibilità ai ragazzi di coltivare un terreno
agricolo di una tenuta, in un’altra sede li spingiamo a rendersi
maggiormente autonomi attraverso la cucina”.
    “Siamo molto soddisfatti – ha detto Pioggia – dei risultati
finora raggiunti con Interpares. Nelle prossime settimane
insieme ad altre associazioni e istituti scolastici sono
previste ulteriori iniziative per i ragazzi per aiutarli a
diventare maggiormente autonomi, pensando ad un futuro di vita
indipendente. Vogliamo offrire una risposta concreta ai bisogni
dei ragazzi autistici e delle famiglie coinvolte nel progetto”.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte