Auto: Cubeda su Osella vince la 66/a Coppa Nissena

Set 27, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 27 SET – Era già accaduto a Verzegnis e
    Alghero e adesso anche alla 66^ Coppa Nissena, il podio tutto
    siciliano per la terza volta nel Campionato Italiano Velocità
    Montagna che si è concluso alla gara organizzata dall’Automobile
    Club Caltanissetta, che è stata round decisivo per il Trofeo
    Italiano Velocità Montagna sud ed ha completato il Campionato
    Siciliano Velocità Salita.
        Ha vinto Domenico Cubeda su Osella FA 30 Zytek. Il catanese
    alfiere della scuderia di famiglia, è tornato al successo ed ha
    dominato la gara siciliana con due vittorie in entrambe le
    salite sui 5.450 metri della SS 122 tra Ponte Capodarso ed il
    Villaggio Santa Barbara, concluse in 2’00″61 e 2’01″51. Seconda
    posizione per un sempre tenace Franco Caruso, il ragusano della
    Scuderia Vesuvio che ha continuato a convincere sempre più
    durante l’intera stagione sulla Nova Proto NP01-2, che ha
    convinto anche stavolta ma non ha insidiato da troppo vicino il
    vincitore. Terza posizione e secondo podio tricolore per il
    23enne siracusano Luigi Fazzino che ha usato con intelligenza e
    tenacia la generosità del motore turbo dell’Osella PA 2000
    curata dal Team Paco 74.
        I verdetti della gara siciliana hanno decretato i Campioni
    Italiani mancanti, con Francesco Leogrande su Osella tricolore
    CN, Giancarlo Maroni su Osella Hayabusa Campione Sportscar
    Motori Moto, a Giacomo Liuzzi su MINI il titolo Racing Start
    Plus e quello Racing Start RS nelle mani dell’assente reatino
    Antonio Scappa. “Siamo tornati al successo e questa è una
    iniezione di nuovo entusiasmo per me e per l’intera squadra – ha
    affermato Cubeda – Una stagione molto gratificante che ci ha
    portato 3 vittorie a Verzegnis ed Alghero prima di questa. Poi
    nelle ultime due gare qualcosa non ha funzionato a dovere ma la
    prima vittoria su questo difficile percorso ci ripaga del lavoro
    svolto insieme a Paco 74 Corse. Fondamentali le regolazioni dopo
    le prove dove abbiamo raccolto i dati che ci hanno permesso di
    trovare le migliori soluzioni per la gara”-.
        -“Caltanissetta è una gara difficile e ottenere il 2° posto è
    davvero una gioia – ha dichiarato Franco Caruso – il tracciato
    nasconde delle insidie che possono far commettere errori tali da
    compromettere la gara”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Sileri, ‘priorità ai vaccinati con J&J per la seconda dose’

    Sileri, ‘priorità ai vaccinati con J&J per la seconda dose’

       "Ci sarà una priorità per coloro che hanno fatto il vaccino J&J e che dovranno fare la seconda dose.    Le indicazioni saranno date a breve in maniera chiara ed esaustiva". Lo ha dichiarato Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute...

    Un doodle di Google per Kano Jigoro, papà del judo

    Un doodle di Google per Kano Jigoro, papà del judo

    Un doodle interettivo di Google per Kano Jigoro, il papà del judo, che nasceva a Mikage il 28 ottobre 1860. Sportivo e insegnante di educazione fisica è considerato il fondatore del judo ed è stato il primo componente asiatico ad entrare nel Cio nel 1909. Amante...