Barbara d’Urso nel metaverso, debutta il suo avatar

Condividi l'articolo

Barbara d’Urso è arrivata nel metaverso, o meglio nel Metadurso. La popolare conduttrice, che aveva rivelato al Festival della Tv di Dogliani l’intenzione di lanciarsi nel ‘mondo parallelo’ e interconnesso alla realtà, ha dato il via al nuovo format di intrattenimento del futuro. Un palcoscenico virtuale in cui è padrona di casa e, sotto forma di avatar, interagisce con i suoi fans. “Ci sono state 2.300 visite, sono in homepage su Spatial. Sono pazza di felicità” ha annunciato entusiasta.
    “Ho usato quasi tutti i mezzi di comunicazione, fiction, film, teatro, musical, inciso dischi, sto lavorando a dei podcast. Ho quindi pensato che fosse giusto portare la community che mi segue in un luogo di cui si parla tantissimo, il metaverso. Uno spazio dove incontrarsi e dialogare, tramite il mio avatar”, ha spiegato Barbara d’Urso che ha deciso di limitare a 70 i posti per ogni incontro. L’obiettivo della conduttrice, da poco tornata in tv con Pomeriggio 5, è far conoscere ai suoi followers e a chi la segue da anni in tv, tutte le potenzialità di questo nuovo strumento tecnologico. Ed è stato subito un successo. “Le prenotazioni sono andate full in 6 minuti”, ha annunciato sulla sua pagina Instagram il 6 settembre prima del debutto alle 19,30 di giovedì 8 settembre.
    “Il Metaverso rappresenta il momento in cui le nostre vite virtuali avranno terre, stipendi, relazioni e interessi che assumeranno valore quanto quelle fisiche, se non di più. Barbara d’Urso è la regina dell’intrattenimento, la donna più amata dagli italiani e solo lei poteva, per prima in assoluto, prenderli per mano e condurli nel Metaverso e nelle nuove forme di intrattenimento che vedremo nascere nei prossimi anni”, osserva Gian Luca Comandini, esperto di innovazione digitale e professore universitario in materia di Blockchain.
    Il debutto nel metaverso, ma anche televisione, teatro, Università, podcast: sono tantissimi i progetti che Barbara d’Urso ha raccontato nella chiacchierata con il vicedirettore della Stampa Andrea Malaguti al Festival di Dogliani. Prima novità: la Luiss di Roma le ha proposto una docenza su social e tv per il corso di Comunicazione. “Faccio questo lavoro da 46 anni. Parlerò della televisione, di come è cambiata. Oggi il linguaggio è diverso. Io raccolgo un pubblico abbastanza vasto, devi adeguarti alla presenza dei social, di YouTube”, spiega. Non ha rinunciato alla conduzione di Pomeriggio 5, ma si dedicherà anche al teatro: “Torno dopo 15 anni – racconta – debutterò il giorno di San Valentino con ‘Taxi a due piazze’. La cosa divertente è che, quando si è sparsa la notizia, la gente ha pensato che Mediaset mi avesse cacciata. Non è così, sono in esclusiva da 23 anni con Mediaset. Potrei anche tornare in Rai un giorno, chi lo sa”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte