• Basket: Eurolega, EA7 Milano-Anadolu Efes 51-80

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – MILANO, 22 NOV – Piovono fischi sull’Olimpia Milano,
    travolta in casa e contestata dal proprio pubblico. Nemmeno
    Luwawu-Cabarrot dà la scossa alla squadra. La prima del nuovo
    acquisto coincide con la quinta sconfitta consecutiva in
    Eurolega dell’Olimpia (51-80), la più pesante, questa volta
    contro i bi-campioni d’Europa dell’Efes, nella rivincita dei
    playoff della scorsa stagione. Solito copione, solita Olimpia:
    scadente al tiro (inizia 4/22, finisce 5/32) con scelte
    affrettate, morbida in difesa dove Clyburn (24) sembra tornato
    al suo antico splendore dopo i tanti infortuni. Una squadra in
    evidente confusione, con zero automatismi e poca autostima.
        Dopo un primo tempo equilibrato (34-34), è il terzo quarto a
    scavare il parziale decisivo: 14-0 per i turchi che lasciano
    appena 7 punti in 10′ agli avversari, impantanati nelle loro
    paure. Messina è una statua di sale in panchina, Milano un
    pugile suonato: Clyburn, Micic (12) e Pleiss (13) continuano a
    colpire duro e a metà quarto periodo una parte del pubblico
    comincia sfollare il Forum. Alla sirena una bordata di fischi.
        Un dato su tutti: nella ripresa il solo Clyburn ha segnato 19
    punti, Milano appena 17. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte