Battiato, un viaggio nell’officina creativa con Boccadoro

Mag 14, 2022

  • Condividi l'articolo

     CARLO BOCCADORO BATTIATO. CAFÈ TABLE MUSIK (LA NAVE DI TESEO+, PP. 192, 17 EURO). Un viaggio nell’officina creativa di Franco Battiato, negli anni della sua ricerca più sperimentale, sulla base delle partiture inedite ritrovate nel 2021, viene proposto a un anno dalla sua scomparsa, il 18 maggio 2021, nel libro ‘Battiato. Cafè Table Musik’ del compositore, musicologo e direttore d’orchestra Carlo Boccadoro. Il saggio, che esce il 19 maggio per La nave di Teseo+, ci accompagna con competenza alla scoperta di un Battiato inedito e ancora poco conosciuto, nel quale ritroviamo quella genialità che abbiamo amato nelle sue canzoni.
        “Durante gli ultimi venti anni ho sollecitato più volte lo stesso Battiato e alcuni dei musicisti che avevano partecipato alla realizzazione di questi album in modo da poter ritrovare qualcosa di scritto, ma senza risultati: nessuno ricordava che fine avessero fatto i materiali originali. Nel 2021, il ritrovamento di alcune partiture ha gettato una luce diversa sullo sviluppo autorale di Battiato, che abbandona il suo amato sintetizzatore con cui ha realizzato i primi dischi da solista per esplorare a fondo l’universo sonoro degli strumenti acustici: il pianoforte, la voce e il violino” dice nell’introduzione il musicologo. “Questo libro vuole gettare uno sguardo dettagliato sulla produzione sperimentale di un compositore che si è sempre rifiutato di utilizzare il proprio talento in maniera prevedibile, evitando di dare importanza alle aspettative sia dei critici che del pubblico. Anche quando il successo lo aveva raggiunto, egli ha sempre proposto a chi lo seguiva delle scelte controcorrente. Nessuno sapeva mai cosa aspettarsi da lui e questo era indubbiamente uno dei suoi punti di forza” spiega Boccadoro che ha fondato l’ensemble di musica contemporanea Sentieri Selvaggi, e ha scritto numerosi libri tra cui: Musica Coelestis. Conversazioni con undici grandi della musica d’oggi (1999), Jazz! Come comporre una discoteca di base (2005), Lunario della musica. Un disco per ogni giorno dell’anno (2007) e tra gli ultimi Analfabeti sonori. Musica e presente (2019) e Bach e Prince. Vite parallele (2020). (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte