Bce, Lagarde: E’ ora di ridurre il portafoglio di bond’

Condividi l'articolo

Chiaro rialzo dei tassi sul mercato dei titoli di Stato europei dopo che la presidente della Bce Christine Lagarde ha annunciato che “è ora di ridurre il portafoglio di bond” della Banca centrale europea: il rendimento del Btp decennale sale di oltre dieci punti base al 4,03% dopo due giornate passate sotto la soglia psicologica del 4%. Lo spread con il Bund tedesco, per il contemporaneo rialzo del tasso anche del prodotto di Berlino, resta abbastanza stabile sui 194 punti base.

Con l’economia dell’area euro entrata in una nuova fase di alta inflazione, “è opportuno che il bilancio, in modo misurato e prevedibile, sia normalizzato”, ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde riferendosi ai titoli nel portafoglio della banca centrale acquisiti durante gli anni del quantitative easing. Lagarde, parlando al Congresso bancario europeo, ha confermato che “a dicembre definiremo i principi-chiave per ridurre il portafoglio di bond” pur mantenendo la flessibilità nei reinvestimenti e lo ‘scudo’ anti-spread.

In un ambiente economico caratterizzato da “shock multipli e profonda incertezza”, l’Europa non deve annacquare la regolamentazione del settore bancario rischiando di ritrovarsi con banche più deboli e, in definitiva, meno credito all’economia, ha spiegato la presidente della Bce a Francoforte, in un implicito riferimento al negoziato europeo sull’implementazione delle regole di Basilea3 in cui la Vigilanza lamenta tentativi di indebolire l’impianto normativo. “Abbiamo bisogno di banche che continuino ad essere parte della soluzione” – ha detto Lagarde – “minare le solide fondazioni che abbiamo costruito non aiuterebbe”, e “diluire eccessivamente la regolamentazione lascerebbe le banche più esposte agli shock e meno in grado di dare sostegno alle transizioni da cui dipenderà la nostra crescita futura”.

“Ci aspettiamo di alzare ulteriormente i tassi, e togliere l’accomodamento monetario potrebbe non essere sufficiente”, ha aggiunto Lagarde spiegando che “alla fine alzeremo i tassi a livelli che riportino l’inflazione al nostro obiettivo di medio termine in modo tempestivo”. Quanto velocemente e fino a che livello “sarà determinato dalle prospettive dell’inflazione”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte