Beach Volley: ecco il campionato nazionale, ‘movimento cresce’

Giu 9, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 09 GIU – A distanza di un giorno dalla
    presentazione dei mondiali di Roma, il beach volley raddoppia, e
    la Fipav lancia al Foro Italico il campionato nazionale assoluto
    2022, giunto alla sua 29/a edizione e con un alto numero di
    tappe organizzate su tutto il territorio italiano. Il sipario si
    alzerà ad Albissola Marina il 10-12 giugno e si concluderà il 4
    settembre a Caorle. Previsti anche gli eventi “Gold” in
    programma a Bellaria Igea Marina (24-26 giugno), evento che
    mette in palio la Coppa Italia e proseguirà poi a Termoli dal 29
    al 31 luglio e Caorle (2-4 settembre), dove si assegneranno i
    titoli nazionali.
        “Noi della Fipav abbiamo una peculiarità, ci piace parlare con
    i fatti – ha detto Giuseppe Manfredi, presidente della
    federvolley – Il beach non è il fratello minore della pallavolo,
    è una cosa che non si deve dire, e l’investimento che stiamo
    facendo in questo movimento è importante sia a livello di
    nazionali che di campionati”.
        Per un movimento “in grande crescita” come ricordato anche dal
    vicepresidente Fipav, Luciano Cecchi. Le squadre in gara nel
    campionato nazionale saranno 34 (17 nel maschile e altrettante
    nel femminile) e ad aggiudicarsi lo Scudetto dei campionati
    nazionali sarà la coppia che avrà totalizzato il maggior numero
    di punti, prendendo in considerazione solo i migliori quattro
    risultati tra tutte le tappe disputate del Campionato Italiano
    Assoluto e Gold. E i favoriti, neanche a dirlo, sono Nicolai e
    Cottafava, da domani impegnati nei mondiali di Roma e freschi
    vincitori in Lettonia nel torneo Élite 16 dove hanno battuto i
    qatarioti Cherif-Ahmed, bronzi olimpici.
        “E’ arrivata presto la vittoria anche per le nostre
    aspettative – ha raccontato Nicolai -. Avevamo scoperto dalle
    prime tappe che ce la stavamo giocando con tutti. Da lì a
    pensare di vincere un torneo però ce ne vuole. Siamo contenti e
    pensiamo di averlo meritato. Le vittorie danno solidità nei
    percorsi. E’ una vittoria ci dà consapevolezza”. Non solo per i
    mondiali, ma anche per il campionato nazionale. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Uccisa suora italiana ad Haiti

    Uccisa suora italiana ad Haiti

    (ANSA) - ROMA, 26 GIU - Luisa Dell'Orto, suora lecchese di 65 anni, è stata uccisa ad Haiti, probabilmente a scopo di rapina, nella capitale Port au Prince dove operava. Suor Luisa era nell'isola da 20 anni. Ne dà notizia l'arcidiocesi di Milano.Secondo quanto...

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    E' finita male, almeno per ora, l'avventura in Francia, sul ring del 'Centre Omnisport' di Massy, del campione europeo dei pesi medi Matteo Signani. Il 43enne 'Giaguaro' romagnolo, che nella vita oltre a praticare la boxe fa la guardia costiera, ha perso contro lo...