BELLARIA IGEA MARINA. 39° BELLARIA FILM FESTIVAL: L’OMAGGIO AD ASTOR PIAZZOLLA NELLA TERZA GIORNATA

Set 23, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “PIAZZOLLA – LA RIVOLUZIONE DEL TANGO”

    INTRODOTTO DAL REGISTA TEATRALE CARLOS BRANCA

    Terza giornata al Bellaria Film Festival, venerdì 24 settembre, con il primo dei due grandi omaggi della 39ma edizione.

    Alle 20.30, il Cinema Teatro Astra ospiterà l’evento Bel’Air – Buenos Aires, una serata dedicata al celebre musicista e compositore argentino Astor Piazzolla in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, realizzato con il patrocinio dell’Ambasciata dell’Argentina. Ospite della serata il regista teatrale Carlos Branca, che introdurrà la proiezione del documentario Piazzolla – La rivoluzione del tango (2018) di Daniel Rosenfeld, un viaggio evocativo nel cuore della vita e della musica del padre del cosiddetto Nuevo Tango. A presentare il film e a salutare il pubblico del festival, lo stesso Rosenfeld in collegamento con il Teatro.

    Durante la giornata, proiezione di cinque documentari del concorso principale Bei Doc, mentre alle 15.00, al Cinema Teatro Astra, il Bellaria Film Festival “incontra” il Thessaloniki International Film Festival con un videosaluto del suo direttore generale Elise Jalladeau, anche membro della giuria, e la proiezione in anteprima nazionale del film K?-ha-‘jas – Man of The Land di George Komakis.

    L’approfondimento della giornata, in collaborazione con Approdi, sarà al Palazzo del Turismo di Bellaria (ore 16.00) con Luciano Barisone, direttore di festival, critico cinematografico e produttore creativo; nel talk Fra visibile e invisibile: lo scorrere dell’acqua e del cinema, Barisone offrirà uno sguardo sulla narrazione cinematografica, svelando come un film possa essere inteso come “essere vivente”, dotato di cuore e respiro.

    Proiezione fuori concorso alle 18.10 con Il mai nato di Tania Innamorati Gregory J Rossi, l’incredibile storia vera di Sarò Messina, il “non-uomo” che con un atto di protesta unico nella storia dell’umanità, innescò una Rivoluzione Globale.

    Programma 24 settembre

    10:00 | Cinema – Teatro Astra | Concorso Bei Doc

    Baia, la città sommersa (53’)

    di Marcello Adamo

    Un team di restauratori, biologi, architetti, archeologi e scienziati del CNR si misura con il delicato compito di preservare il più grande sito archeologico sommerso del pianeta: Baia, la città del lusso e dell’edonismo dell’Impero Romano. Tra terra e mare, solo una parte di questa vasta area a pochi chilometri da Napoli è stata indagata, e come dimostrano le continue scoperte, sono ancora molti i tesori archeologici da trovare e tutelare. Si tratta di un passo cruciale per trasferire questo immenso patrimonio alle generazioni future, che saranno chiamate a preservare questo straordinario Parco Archeologico. Baia, una delle eccellenze dell’archeologia italiana, si prepara a un nuovo splendore.

    11:05 | Cinema – Teatro Astra | Concorso Bei Doc

    Mario Masini, il cinema delle ombre: da Carmelo Bene a La sciarpa rossa (38’)

    di Antonio De Lucia

    Mario Masini, classe 1939, è un personaggio leggendario del cinema italiano. Dopo il diploma al Centro Sperimentale comincia a lavorare con Vittorio Storaro. È tra i protagonisti del cinema italiano d’avanguardia degli anni ‘60 insieme a Grifi, Leonardi e Brunatto. Come direttore della fotografia crea sodalizi creativi importanti con Carmelo Bene, per il quale cura la fotografia dell’opera omnia cinematografica, e con i fratelli Taviani per San Michele aveva un gallo (1972) e Padre padrone (1977). Abbandona il cinema per diventare insegnante alla scuola steineriana di Roma, e riprende la sua attività di direttore della fotografia solo alla fine degli anni novanta collaborando a film ambientati in Africa, come Teza di Haile Gerima (2008) premiato a Venezia. È anche scultore, scrittore, pittore e nel 2020 è autore del film La sciarpa rossa, ambientato fra i mendicanti di Stoccarda, città dove attualmente abita.

    12:00 | Cinema – Teatro Astra | Concorso Bei Doc

    Fellinopolis (60’)

    di Silvia Giulietti

    Il mondo di Federico Fellini, dentro gli studi di Cinecittà, popolato dai suoi personaggi, raccontato dai suoi collaboratori – Lina Wertmüller, Dante Ferretti, Nicola Piovani, Maurizio Millenotti – e dai backstage di Ferruccio Castronuovo, emersi da un passato di oltre quarant’anni.

    15:00 | Cinema – Teatro Astra | Fuori concorso

    Bellaria Film Festival meets Thessaloniki Film Festival

    Video saluto della giurata Elise Jalladeau, Direttore Generale del Festival del cinema internazionale e Festival del documentario di Salonicco (Grecia)

    a seguire:

    K?-ha-‘jas – Man of The Land (62’)

    di George Komakis

    Film in lingua greca con sottotitoli in inglese

    Anteprima nazionale

    16:20 | Cinema – Teatro Astra | Concorso Bei Doc

    Headin’ Home (60’)

    di Silvio Laccetti

    Anteprima regionale

    Un repertorio video e fotografico raccolto in vent’anni di attività è la base da cui partire per raccontare la storia dei Dago Red, band composta interamente da artisti abruzzesi con radici musicali che affondano in un genere lontano: il folk’n blues. Una sorta di emigrazione musicale, come amano considerarla, che supera i confini della tradizione italiana per toccare sonorità distanti e farle convivere, in armonico equilibrio, con le storie e i personaggi più vicini, con l’amore dichiarato alla propria terra. Nel legame ideale con John Fante e la sua raccolta di racconti, Dago Red appunto, la narrazione del documentario si srotola come un viaggio, fatto di esperienze e contaminazioni, cultura e folclore, per ritrovarsi di ritorno a casa.

    17:25 | Cinema – Teatro Astra | Concorso Bei Doc

    Josip (30’)

    di Bojan Daki?

    Film in lingua serba con sottotitoli in italiano

    Anteprima nazionale

    Josip è un operaio metalmeccanico in pensione e un performer attivista con anni di pratica artistica sulle spalle. Con le sue performance ha sempre lottato per la giustizia sociale, nella vita di tutti i giorni e nei luoghi di lavoro, affrontando due diversi sistemi socio-politici: il socialismo e il capitalismo. La sua performance aveva uno scopo costruttivo nel vecchio sistema, in quanto costruiva uno scenario artistico capace di influire sul pubblico e sulla società civile. Nel sistema capitalista invece la sua pratica artistica diventa un atto distruttivo. La storia di un artista operaio molto impegnato, capace di interpretare l’era post-industriale e di criticarne le trasformazioni sociali e lavorative con uno stile originale e inedito.

    18:10 | Cinema – Teatro Astra | Fuori concorso

    Il mai nato (20’)

    di Tania Innamorati, Gregory J Rossi

    Anteprima assoluta

     L’incredibile storia vera di Sarò Messina, il “non-uomo” che con un atto di protesta unico nella storia dell’umanità, innescò una Rivoluzione Globale.

     

    16:00 | Palazzo del Turismo

    Talk

    FRA VISIBILE E INVISIBILE: LO SCORRERE DELL’ACQUA E DEL CINEMA

    con Luciano Barisone, direttore di festival, critico cinematografico e produttore creativo.

    Durata: 2h30

    Evento su prenotazione, aperto a tutta la comunità e a tutti gli operatori del settore.

     In collaborazione con Approdi.

    20:30 | Cinema -Teatro Astra

    BEL’AIR – BUENOS AIRES

    Omaggio al Tango argentino, a 100 anni dalla nascita di Astor Piazzolla

    Intervengono:

    Carlos Branca (regista argentino)

     

    A seguire:

    Proiezione di Piazzolla – La rivoluzione del Tango (’90)
    Regia di Daniel Rosenfeld. Un film con Astor Piazzolla, Daniel Piazzolla.

    Argentina, 2019

    Evento in collaborazione con Ambasciata argentina in Italia e ExitMedia.

  • Portuali Trieste, dietrofront, la protesta continua

    Portuali Trieste, dietrofront, la protesta continua

    (ANSA) - TRIESTE, 17 OTT - Dietrofront del Coordinamento dei portuali triestini che, dopo il comunicato diffuso in serata, confermato dalla conferenza stampa tenuta dal leader Stefano Puzzer, è tornato sulla propria decisione sostenendo in un breve messaggio sui...

    Verona: Tudor, ci prendiamo primo tempo e lavoriamo

    Verona: Tudor, ci prendiamo primo tempo e lavoriamo

    (ANSA) - MILANO, 16 OTT - "Un vantaggio di 2-0 non lo vogliamo più, è già la terza volta": lo dice sorridendo Igor Tudor, a Dazn, al termine della sconfitta subita dal Milan a San Siro dopo che il suo Verona era riuscito a conquistare un doppio vantaggio nel primo...