BELLARIA. OTTENIMENTO DELLO SPID: RICONOSCIMENTO ORA POSSIBILE ANCHE IN COMUNE

(l’Assessore a Digitalizzazione e Sviluppo Flaviana Grillo e il responsabile dell’Urp Davide Gasperini alla postazione utilizzata per il riconoscimento.)
Il Comune di Bellaria Igea Marina aggiunge un nuovo tassello nel suo percorso di semplificazione e digitalizzazione, grazie all’attivazione del riconoscimento ‘di persona’ legato al Sistema Pubblico di Identità Digitale, ormai noto con il suo acronimo SPID.
Da sabato scorso, dopo la fase della registrazione da effettuare tramite il gestore di identità Lepida, i cittadini di Bellaria Igea Marina possono completare la procedura recandosi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico: ufficio che quindi già compare su id.lepida.it tra i punti e gli sportelli che offrono questo servizio.
In attuazione del Decreto Semplificazioni del luglio scorso, lo SPID è oggi la chiave unica di accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione, insieme alla Carta d’Identità Elettronica e alla Carta Nazionale dei Servizi. Particolarmente prezioso a Bellaria Igea Marina, nella misura in cui consente l’accesso al nuovo Sportello Telematico Polifunzionale del Comune, anch’esso di recente attivazione: un servizio fondamentale sul fronte dello snellimento della burocrazia e dell’innovazione, configurandosi come un unico hub che permette al cittadino e al professionista la presentazione di più di trecento diverse pratiche dal proprio smartphone o dal proprio PC.
Digitalizzazione che anche le misure anti Covid-19 hanno imposto in questi mesi come temi imprescindibili sul tavolo degli enti locali: temi rispetto ai quali il Comune di Bellaria Igea Marina si è fatto trovare pronto e che negli ultimi mesi hanno visto ulteriori implementazioni. E’ il caso del servizio di rilascio certificati anagrafici presso le tabaccherie, attivato grazie alla convenzione con la Federazione Italiana Tabaccai, dello stesso Sportello Telematico ma anche della nuova app per dispositivi mobili dedicata al Comune di Bellaria Igea Marina, scaricabile gratuitamente e sviluppata in sinergia con Fondazione Verdeblu.