Berlino nazionalizza Sefe, ex Gazprom Germania

Condividi l'articolo

Il governo tedesco sta nazionalizzando la società gas Sefe, ex Gazprom Germania ed ex controllata della russa Gazprom. Il ministero dell’Economia ha giustificato le misure con il rischio d’insolvenza dell’azienda, che potrebbe mettere in pericolo la sicurezza dell’approvvigionamento energetico in Germania.

    Sefe ha assunto il suo nuovo nome a giugno. Già da aprile l’azienda è sotto amministrazione fiduciaria da parte dell’Agenzia tedesca delle Reti, cioè da quando Gazprom ha lasciato il controllo dell’allora Gazprom Germania.

Ora lo Stato tedesco rileverà completamente Sefe per “garantire l’operatività commerciale e stabilizzare l’impresa”. Un primo prestito da parte della banca pubblica Kfw verrà inoltre aumentato da 11,8 a 13,8 miliardi di euro.

    Il finanziamento per l’operazione arriverà dal nuovo Fondo di stabilizzazione per l’economia tedesca da 200 miliardi. Sefe resta il secondo importatore di gas in Germania. Al primo posto c’è Uniper, anch’essa già da settimane in fase di completa nazionalizzazione. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte