• Bimbo nato morto dopo parto in casa, indagate due ostetriche

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 25 NOV – Due ostetriche sono state iscritte
    al registro degli indagati dalla procura di Rimini dopo che un
    bambino è nato morto in seguito a un parto in casa. Ne dà
    notizia il Corriere di Romagna.
        Quando, il 5 novembre, durante il travaglio, si sono
    registrate alcune anomalie, la donna è stata trasportata
    all’ospedale Infermi della città, in automobile, visto che lei
    stava bene e il battito fetale era comunque sotto controllo.
        All’ospedale, però, il cuore del piccolo ha smesso di battere.
        L’iscrizione al registro degli indagati è un atto dovuto,
    scattato dopo che l’Ausl di Rimini ha trasmesso gli atti alla
    procura, anche se non si ravviserebbero particolari
    responsabilità nei loro confronti. Si attendono i risultati
    dell’autopsia fatta sul corpo del neonato per verificare
    l’effettiva causa della morte e capire se il decesso poteva
    essere evitato. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte