Bitcoin ancora in calo, scende sotto i 30.000 dollari

Mag 10, 2022

  • Condividi l'articolo

    Il Bitcoin ancora in calo. La criptovaluta perde il 3,1% a 29.992 dollari, scendendo per la prima volta dal luglio 2021 sotto quota 30.000 dollari. Dal picco dello scorso novembre il Bitcoin ha perso oltre il 55%.

    Inizio di seduta ottimista per Piazza Affari (+1,2%), come per le altre principali Borse europee, con le banche tra i titoli che sostengono il listino principale. Vola Bper (+5,2%), il giorno dopo la trimestrale, vanno bene Unicredit (+2,8%), Mps (+2,7%), Banco Bpm (+2%), Intesa (+1,7%) e Fineco (+1,6%), con lo spread Btp-Bund in calo a 202,5 punti, rispetto ai 205 dell’apertura di giornata, e il rendimento del decennale italiano in discesa, al 3,110%. In rialzo anche la paytech Nexi (+2,8%) Tra i titoli che guadagnano ci sono Pirelli (+3,3%), Stellantis (+3,2%), Prysmian (+2,2%) e Exor (+2,4%). Meno in forma, ma comunque positive, le utility, da Terna (+0,4%) a Italgas (+0,5%). Lo stesso i petroliferi, da Saipem (+0,3%) a Eni (+0,7%), all’impiantistica di Tenaris (+0,2%), col greggio in lieve calo (Wti -0,2%) a 102,7 dollari al barile e il Brent a 105,4 dollari. Piatta Atlantia, con Fitch che ha confermato il rating a BB+ e ha assegnato un outlook positivo. In calo Leonardo (-1,2%), che ritraccia, in un periodo di continui rialzi, dall’inizio della guerra in Ucraina. Tra i titoli a minore capitalizzazione tonfo di Algowatt (-7,9%), in asta di volatilità, e Grandi Viaggi (-4,8%).

    Proseguono anche oggi le festività per la vittoria della Seconda Guerra Mondiale in Russia, con la conseguente chiusura della Borsa di Mosca. In rialzo il rublo a 69,51 sul dollaro, mentre appare stabile nei confronti dell’euro, con un concambio di 73,38 sulla moneta unica.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte