• Borsa: Milano debole (-1%) con Europa dopo Wall street

    Condividi l'articolo

    Mercati azionari del Vecchio continente tutti in chiaro ribasso dopo l’avvio negativo di Wall street: la Borsa peggiore è quella di Francoforte, che cede l’1,6%, con Parigi in calo dell’1,4%, Amsterdam dell’1,3% e Madrid dell’1,1%. Milano cede un punto percentuale, con Londra che prova a tenere in calo dello 0,2%.
        Nella seduta delle “Quattro streghe”, cioè il giorno in cui scadono contemporaneamente quattro tipi di contratti di finanza strutturata (futures su indici, opzioni su indici, futures su singoli titoli e opzioni su singoli titoli con la scadenza di circa 3.200 miliardi di derivati su indici e azioni), in Piazza Affari il titolo peggiore resta ampiamente quello di Tim. Il gruppo Tlc, al suo minimo storico, paga molto duramente il report negativo di Barclays, che ha abbassato il prezzo obiettivo da 0,19 a 0,15 euro e dato un giudizio ‘underweight’ sul gruppo italiano.
        Male anche Cnh (-3%), con Tenaris e Moncler in calo di oltre due punti percentuali. Piatta Enel, in rialzo marginale Bper e dello 0,7% Recordati. Tra i titoli a minore capitalizzazione, Mps cede il 4% dopo l’assemblea per la ricapitalizzazione, con MfeB in calo di oltre cinque punti percentuali in una giornata difficile per i gruppi media.
        Calmi i titoli di Stato europei con il Btp a 10 anni a un tasso del 4% e lo spread a 228 punti base, mentre l’euro resta sotto la parità contro il dollaro a quota 0,996. In calo del 10% il gas ad Amsterdam a 192 euro al Megawattora. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte