Bullismo e razzismo alla fermata del bus, 4 denunce

Mag 2, 2022

  • Condividi l'articolo

     Minacce e parole d’odio razzista sulla strada per andare a scuola: è l’incubo durato mesi per una 14enne romana, vittima di bullismo da parte di quattro coetanee.
        Le ragazze sono state denunciate nei giorni scorsi dalla polizia di Passo Corese, in provincia di Rieti, per atti persecutori e diffamatori, aggravati dalle finalità di discriminazione e di odio razziali.
        La giovane vittima veniva bersagliata da epiteti razzisti, per via della sua carnagione scura, ereditata dalla mamma di origine africana. Gli episodi di bullismo sono andati avanti per settimane, alla fermata del bus che la portava fino all’istituto romano che frequenta e dove più volte ha trovato ad aspettarla una gang di sei ragazzine. Quattro di loro, residenti come la vittima in provincia di Roma, sono state identificate grazie a testimoni. La polizia le ha denunciate in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i Minorenni di Roma.
        Alle giovani denunciate sono contestati insulti razzisti e provocazioni a sfondo sessuale, ma anche minacce tali da aver spinto la loro vittima, per la paura, a cambiare abitudini e tragitti quotidiani. Tutto nel tentativo di evitare le coetanee che avevano deciso di prenderla di mira. Non è bastato, però: gli insulti hanno seguito la 14enne fino a casa, perché il bullismo e l’odio razziale nei suoi confronti erano tracimati anche sui social network. A mettere la parola fine alle settimane di paura è stata la scelta della giovane vittima di rivolgersi alla polizia di Passo Corese, accompagnata da un genitore.
        Un episodio che si aggiunge a tanti altri casi di bullismo a sfondo razzista o discriminatorio degli ultimi mesi. Come quello della 13enne picchiata e apostrofata come “argentina di m…” da quattro compagni di scuola durante l’ora di educazione fisica qualche settimana fa, ad Anzio. E’ di marzo invece il caso degli insulti razzisti contro uno studente disabile e di origine straniera nella provincia di Grosseto, costretto a seguire in Dad perché ricoverato in ospedale per una grave patologia.
        Mentre a gennaio, un 12enne ebreo era stato vittima di un’aggressione antisemita a opera di due ragazzine nel Livornese. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Play off di Serie B: andata semifinale, Brescia-Monza 1-2

    Brescia-Monza 1-2 nella semifinale di andata dei play off del campionato di Serie B, giocata al 'Rigamonti'. Padroni di casa in vantaggio con Moreo al 7' pt, poi doppietta di Gytkjaer al 44' pt e all'11' st (rigore). La partita di ritorno si giocherà domenica, 22...

    Eintracht vince l’Europa League, Ranger ko ai calci di rigore

    Eintracht vince l’Europa League, Ranger ko ai calci di rigore

    L'Eintracht Francoforte ha vinto l'Europa League 2021-'22 battendo i Rangers Glasgow per 6-5 dopo i rigori (1-1 al 90' e dopo i supplementari) nella finale giocata a Siviglia La cronaca SI VA AI CALCI DI RIGORE! Eintracht-Rangers 1-1, Kent allo scadere manca il...