Calcio: Cagliari; Agostini, orgoglioso della scelta,ci credo

Mag 6, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – CAGLIARI, 06 MAG – “In questo momento non contano
    moduli o formazione, dobbiamo mettere in campo tutto quello che
    abbiamo, è una gara fondamentale e in questi giorni ho lavorato
    soprattutto a livello mentale”. Sono le prime parole del neo
    allenatore del Cagliari, Alessandro Agostini, presentato
    ufficialmente questo pomeriggio alla Domus dopo l’esonero di
    Walter Mazzarri, a tre giornate dalla fine ma soprattutto alla
    vigilia dello scontro diretto per la salvezza di domenica a
    Salerno.
        Accompagnato dal direttore sportivo Stefano Capozucca, l’ex
    terzino sinistro rossoblù e in questa stagione tecnico della
    Primavera, si è detto “orgoglioso di essere stato scelto dalla
    società. Io ci credo veramente, ho trovato dei ragazzi
    disponibili, responsabili, sono convinto che metteranno tutto
    loro stessi per questo obiettivo”.
        Esordio di fuoco per Agostini con la Salernitana che proprio
    ieri, battendo il Venezia, ha superato in classifica i sardi,
    ora terzultimi. “Domenica non penso a uno scenario da dentro o
    fuori – ha detto – il mio pensiero è portare positività. Sto
    facendo un lavoro importante a livello psicologico, ma
    l’obiettivo è fattibile, perché è la realtà, non lo dico io,
    abbiamo le possibilità di levarci da questa posizione. Ora conta
    solo il grande senso di responsabilità e andare a fare una
    grande partita domenica. Conosco questi momenti, perché li ho
    vissuti sulla mia pelle da calciatore, l’unica strada è l’unione
    di intenti e mettere dentro tutto quello che si ha”.
        Porterà a Salerno qualche ‘gioiellino’ della Primavera che ha
    conquistato i playoff? “Sto valutando – ha concluso Agostini –
    ma credo di no”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Mourinho,finale squilibrata ma voglio Coppa per club e tifosi

    Mourinho,finale squilibrata ma voglio Coppa per club e tifosi

    (ANSA) - ROMA, 18 MAG - "Senza il sostegno degli albanesi che vorranno vedere Kumbulla alzare una coppa a Tirana sarebbe una finale squilibrata. Noi saremo in campo venerdì e poi di nuovo mercoledì, l'altra squadra (il Feyenoord ndr) è in vacanza, si riposa e si...