Calcio: Lega Pro; nasce ‘Noi ti ascoltiamo’

Apr 25, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 25 APR – Gli impegni contenuti nel Manifesto
    della Lega Pro, documento che traccia in 10 punti l’impegno
    quotidiano della C sviluppato nel 2020 grazie al supporto e alla
    condivisione dei valori del personale della Lega Pro e dei suoi
    club, diventano realtà: nasce infatti il primo network di
    consulenza dedicato alla Responsabilità sociale per i club di C,
    presentato online alla presenza di tutti i referenti dei Club.
        “Noi ti ascoltiamo…”, questo il nome dello sportello di
    consulenza sulla Responsabilità Sociale dedicato ai club della
    Lega Pro. Gli obiettivi sono molteplici: diffondere la cultura
    della Responsabilità sociale per offrire un contributo concreto
    allo sviluppo sostenibile, favorire il dialogo tra la Lega Pro e
    le sue società e dare a tutti la possibilità di poter richiedere
    un supporto operativo circa le tematiche dell’etica
    organizzativa come la pianificazione strategica, incentivare i
    club ad applicare tematiche di sostenibilità anche attraverso un
    sostegno costante per la formazione del personale dei club,
    analizzare e realizzare studi e ricerche su buona governance,
    etica organizzativa e responsabilità sociale per lo sviluppo
    sostenibile.
        Entusiasta il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “E’
    un altro passo determinante verso i club. Il Manifesto della
    Responsabilità sociale entra nel vivo del suo percorso per
    aiutare i club nel loro percorso verso la sostenibilità e una
    dimensione sempre più importante e il Centro Studi è un supporto
    straordinario per accompagnare questa crescita”.
        “L’obiettivo del network, dice il Coordinatore del Centro Studi
    di Lega Pro professor Paolo Del Bene, è quello di trasformare in
    azioni concrete gli impegni contenuti nel Manifesto di Lega Pro “La responsabilità sociale per il calcio 4.0″, al fine di
    diffondere la cultura della Responsabilità Sociale ed offrire un
    contributo concreto allo sviluppo sostenibile di ogni club”.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte