Calcio: torna Mihajlovic, ma Venezia festeggia 4-3

Mag 8, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – VENEZIA, 08 MAG – Ritorno amaro per Mihajlovic in
    panchina al Penzo. Succede di tutto in laguna, il Venezia va
    avanti due a zero, si fa rimontare fino al 2-3 e chiude vincendo
    4-3. Gli arancioneroverdi spezzano cosi’ la serie di 10
    sconfitte consecutive e non si rassegnano alla B, per la quale
    la matematica – in attesa anche di Cagliari-Salernitana – ancora
    non condanna la squadra. A sbloccare la gara è un inedito assist
    del portiere Maenpaa, che con un lancio lungo scavalca tutta la
    formazione ospite, mettendo Henry davanti a Skorupski. Il
    centravanti salta il portiere con un pallonetto e centra il
    bersaglio. Dopo 12 minuti arriva il raddoppio. Scambio
    Cuisance-Kyine, il marocchino viene steso al limite dell’area,
    bravo l’arbitro a dare il vantaggio, con Haps che si fionda sul
    pallone, Skorupski è in ritardo e falcia il terzino veneziano:
    rigore. Sul dischetto Kyine calcia alla destra del portiere.
        Skorupski ci arriva ma non trattiene, la palla torna al lagunare
    che insacca. A tenere a galla il Bologna è il cambio di
    Mihajlovic Orsolini, entrato al 34′ per la svolta. Allo scadere
    del primo tempo un lancio di Barrow mette l’attaccante del
    Bologna davanti al portiere, che sfugge a Ceccaroni e insacca da
    due passi la rete del 2-1. Al 9′ st la curva sud locale mette il
    Penzo d’accordo intonando il coro “Sinisa Sinisa” che sfocia in
    un applauso comune. Un minuto dopo è Arnautovic a fargli il
    regalo, cross dalla sinistra, De Silvestri fa da sponda di testa
    e l’austriaco insacca. Continua a premere il Bologna, con un
    Venezia scarico mentalmente che prende il terzo gol al 23′.
        Ceccaroni perde un pallone sanguinoso, Orsolini si invola e
    Maenpaa salva in angolo. Dalla palla inattiva nasce un
    parapiglia che finisce sui piedi di Schouten il quale di suola
    va via a Henry e Johnsen, fa partire una botta al limite
    dell’area sotto al sette del palo opposto. Il pareggio locale
    arriva su un calcio di rigore da parte di Aramu. che viene
    atterrato da Medel e l’arbitro concede la massima punizione dopo
    4 minuti di check al 33′. La gioia per i padroni di casa giunge
    al terzo minuto di recupero: Henry calcia a botta sicura su
    suggerimento dalla destra, Skorupski respinge e Johnsen con un
    tiro a giro da dentro area segna. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • 37 anni fa l’Heysel, Gravina: “Mai più drammi così”

    37 anni fa l’Heysel, Gravina: “Mai più drammi così”

    (ANSA) - ROMA, 29 MAG - Trentasette anni fa, l'Heysel. Il 29 maggio del 1985 a Bruxelles 39 tifosi, di cui 32 italiani, persero la vita nel Settore Z dello stadio di Bruxelles per le cariche dei tifosi del Liverpool, poco prima della finale di Coppa dei Campioni tra...

    Tennis: Roland Garros, Trevisan batte Sasnovich e vola ai quarti

    Tennis: Roland Garros, Trevisan batte Sasnovich e vola ai quarti

    Sul campo dedicato a Suzanne Lenglen, la 28enne Martina Trevisan, n.59 della classifica Wta, ha battuta negli ottavi la bielorussa Aliaksandra Sasnovich (47), qualificandosi per i quarti del Roland Garros di tennis. La fiorentina si è imposta con il punteggio di 7-6...