• Calcio:Napoli;Meret,sfida Milan dirà tanto ma non è decisiva

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – NAPOLI, 16 SET – Domenica contro il Milan “sarà una
    grande sfida, importante per il campionato ma non decisiva
    perché siamo all’inizio. E’ una partita che ci dirà comunque
    tanto. Noi puntiamo sempre alla vittoria, riuscirci a Milano
    sarebbe importante perché poi c’è la sosta che ci permetterà di
    riposarci un po’. Speriamo di fare una grande partita”. Lo ha
    detto il portiere del Napoli Alex Meret a Radio Kiss Kiss
    Napoli.
        Meret parla dell’avvio della stagione e delle vittorie negli
    scontri con le grandi a coinciare da Liverpool e Lazio: “L’impresa col Liverpool – ha detto – è stata fantastica,
    davanti al nostro pubblico. Neppure noi ci aspettavamo di
    partire così forte. Abbiamo fatto bene in fase difensiva e poi
    abbiamo sfruttato le loro debolezze davanti, siamo stati bravi
    con le nostre caratteristiche a fare quattro gol al Liverpool,
    una cosa tutt’altro che scontata. Dopo la vittoria sulla Lazio
    sono andato sotto la curva a gridare, era un urlo liberatorio
    per la partita che siamo riusciti a portare a casa in uno stadio
    difficile come l’Olimpico. Riuscire a ribaltare quella partita è
    stato da grande squadra. Ci siamo sfogati sotto il nostro
    pubblico. Sappiamo però di essere all’inizio, la è ancora lunga
    sia in Champions League che in campionato. Siamo partiti col
    piede giusto anche se potevamo fare qualche punto in più, tipo
    col Lecce, ma bisogna continuare su questa strada”. Ultim
    passaggio sulla parata che ha frenato i Rangers Glasgow in
    avvio: “Sicuramente – ha detto – è stata une balle parata,
    importante per il minuto della partita e per come si era messa
    nei primi minuti in cui loro spingevano molto anche grazie al
    loro pubblico. E’ stato difficile perché c’era Kim a disturbare
    un po’ la visuale, ma l’ho presa ed è stato un intervento
    importante perché ha mantenuto il risultato sullo 0-0 e poi
    siamo stati bravi nel secondo tempo a vincere”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte