• Canada, raddoppia gli aiuti a Kiev e sanzioni a 23 russi

    Condividi l'articolo

    Il premier canadese Justin Trudeau ha annunciato un nuovo pacchetto di 500 milioni di dollari canadesi di aiuti militari all’Ucraina, insieme a nuove sanzioni contro 23 esponenti della giustizia e sicurezza russi. A questo annuncio, il presidente ucraino Zelensky ha risposto ringraziando il Canada “vero alleato” di Kiev.

    “Siamo arrivati in Indonesia per il vertice G20 e ho iniziato annunciando un nuovo supporto per l’Ucraina. Stiamo fornendo loro 500 milioni di dollari in assistenza militare per assicurarsi che abbiano l’equipaggiamento, il carburante e le forniture mediche di cui hanno bisogno – ha scritto Trudeau su Twitter – Stiamo anche imponendo ulteriori sanzioni contro 23 membri dei settori della giustizia e della sicurezza russi, che sono stati coinvolti in violazioni dei diritti umani contro i leader dell’opposizione russa. Il Canada ha sanzionato più di 1.400 persone ed entità da febbraio 2022. Continuiamo a stare al fianco degli ucraini e a utilizzare ogni strumento a nostra disposizione per sostenere l’Ucraina e ritenere la Russia responsabile”, ha aggiunto il premier

    “Grazie a Justin Trudeau e al popolo canadese per 500 milioni di dollari canadesi in aiuti alla difesa dell’Ucraina. Questo dimostra ancora una volta che Ucraina e Canada sono veri alleati che condividono valori comuni e hanno gli stessi obiettivi. Ricorderemo sempre l’aiuto fornito dal fraterno Canada nei momenti più difficili. Insieme vinceremo”, ha scritto Zelensky sempre su Twitter. Con questi nuovi aiuti, il Canada raddoppia la cifra del suo sostegno a Kiev, dopo il primo annuncio di 500 milioni di assistenza dello scorso aprile. Intanto, in risposta alle nuove sanzioni di Ottawa, Mosca ha annunciato il divieto d’ingresso in Russia per 100 cittadini canadesi, tra cui l’attore Jim Carrey.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte