• Carceri:muore per overdose a Sassari,indagato compagno cella

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – SASSARI, 09 SET – Salvatore Usai, il detenuto 42enne
    morto a seguito di un arresto cardiaco, nei giorni scorsi in una
    cella del carcere di Bancali, a Sassari, sarebbe stato stroncato
    da un’overdose di droga.
        Per la sua morte la Procura di Sassari ha iscritto nel registro
    degli indagati un compagno di cella della vittima, il 44enne di
    origine senegalese Omar Ndiaye, con ipotesi di reato morte come
    conseguenza di altro reato.
        Come riporta oggi il quotidiano La Nuova Sardegna, secondo le
    ipotesi al vaglio della Procura, sarebbe stato lui a cedere la
    dose di droga fatale a Usai.
        La prima ricostruzione di quanto accaduto parlava di un infarto.
        Le indagini della Polizia penitenziaria e i primi riscontri
    dell’autopsia svolta ieri dal medico legale Salvatore Lorenzoni,
    su disposizione del pm Ermanno Cattaneo, indirizzano verso
    l’overdose di droga come causa della morte del detenuto
    sassarese, che in carcere stava scontando una pena di 14 anni
    per l’omicidio di una sua zia, commesso nel 2016.
        È la seconda inchiesta per omicidio all’interno del carcere di
    Bancali in poche settimane. A fine luglio, nell’istituto di pena
    sassarese, il detenuto Giuseppe Pisano, appena trasferito, aveva
    ucciso il compagno di cella, Graziano Piana, colpendolo alla
    testa con uno sgabello. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte