Caso Samy: padre in Tribunale per sceglierne destino

Nov 10, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BELLUNO, 10 NOV – Oggi potrebbe essere la giornata
    decisiva per la svolta, chiesta dalla famiglia, nella vicenda di
    Samantha D’Incà, la 30enne bellunese in stato vegetativo
    irreversibile da 11 mesi, alla quale i genitori vogliono far
    staccare le macchine che la tengono in vita, per farne terminare
    la sofferenza. Il padre, Giorgio D’Incà ha confermato che si sta
    recando in Tribunale a Belluno per firmare l’atto che lo
    nominerà amministratore di sostegno della figlia, e gli darà
    quindi l’autorità per chiedere l’interruzione della nutrizione e
    dell’idratazione forzata. La famiglia aveva già ottenuto
    l’autorizzazione a porre fine ai trattamenti dal giudice
    tutelare e dal comitato etico dell’Ulss di Belluno. In ogni
    caso, la decisione sul fine vita, dovrà essere assunta dai
    medici. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte