Cattolica. Arrestati per spaccio cattolichino pensionato e giovanissimo pesarese

CONTRASTO AL TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

DUE ARRESTI DEI CARABINIERI DI RICCIONE

 

 

Nel pomeriggio di ieri, a Cattolica, i carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R. di Riccione hanno tratto in arresto, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, S.S., cattolichino classe ’52, incensurato pensionato e D.B. L., giovanissimo operaio pesarese classe 02.

In particolare, nel corso delle attività di controllo sul territorio finalizzate alla verifica del rispetto delle normative anti contagio, i militari hanno notato il giovane recarsi a casa dell’uomo ed hanno quindi proceduto al loro controllo. Nel corso dell’attività di polizia, i carabinieri sono stati insospettiti dall’odore di stupefacente che aleggiava nell’abitazione dell’uomo ed hanno così proceduto ad una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire 500 gr. circa di Hashish e 111 gr. di Marijuana.

In virtù del quantitativo rilevante, i militari, ipotizzando che il giovane si fosse recato dall’uomo per rifornirsi di stupefacente, hanno esteso la perquisizione anche presso la sua abitazione a Pesaro, ritrovando ulteriori 30 gr. di marijuana, un bilancino di precisione e più di quattromila euro in contanti, chiaramente provento dell’attività di spaccio.

Sentito il Pm riminese di turno, il sessantanovenne è stato accompagnato a casa in regime di arresti domiciliari mentre il giovane pesarese è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Riccione – come disposto dalla competente A.G. di Pesaro.

Previsto il rito direttissimo per la mattinata odierna.