“C’è una nuova maggioranza”. Conte passa alle minacce

Mag 18, 2022

  • Condividi l'articolo

    È un Giuseppe Conte furioso quello apparso davanti alle telecamere, evidentemente infastidito e irritato dall’elezione di Stefania Craxi come nuovo presidente della commissione Esteri al Senato. Un risultato che decreta una disfatta totale del Movimento 5 Stelle, che aveva le carte in regola per continuare a guidare la commissione. Alla fine il nome del grillino Ettore Licheri è stato impallinato e il M5S è rimasto a secco. Una situazione che ha fatto sbottare Conte: “Draghi era stato avvertito ieri, perché ieri si è capito che si stava lavorando – in modo surrettizio – per violare patti, regole e accordi. Spetta a lui la responsabilità di tenere in piedi questa maggioranza“.

    “Una nuova maggioranza”

    L’ex presidente del Consiglio in mattinata aveva convocato d’urgenza il Consiglio nazionale del Movimento 5 Stelle, al termine del quale non ha usato mezzi termini per esternare i propri malumori. Conte ha detto a chiare lettere che si è formata “una nuova maggioranza che spazia da Fratelli d’Italia fino a Italia Viva“, un parto che sarebbe avvenuto “violando patti e regole“. Un’accusa fortissima all’indirizzo degli altri partiti di maggioranza, eccezion fatta per Partito democratico e Liberi e uguali: “Oggi prendo atto che M5S, Pd e LeU hanno un atteggiamento responsabile di fronte ai cittadini e mantengono i patti. Evidentemente gli altri no“.

    Il vittimismo di Conte

    Per Conte è stata l’occasione per fare ancora una volta la parte delle vittima, sostenendo che il M5S sia nel mirino di chissà quale congiura politica: “Evidentemente le nostre posizioni, molto chiare, non piacciono o comunque non piacciono a tutti. Ne prendiamo atto“. L’ex premier sostiene dunque che nella maggioranza qualcuno vorrebbe farla pagare cara al Movimento 5 Stelle per la linea sulla politica estera e per l’indirizzo di pace nell’ambito del conflitto militare tra Ucraina e Russia.

    Già giorni scorsi il M5S aveva ventilato il sospetto che qualcuno lo volesse fuori dalla maggioranza, ma “oggi ne abbiamo la conferma“. La domanda però sorge spontanea: essendo nata questa presunta nuova maggioranza, allora il Movimento non ne farà parte e nei fatti non contribuirà più a sostenere il premier Mario Draghi? “La questione è più complicata. Ora stiamo a vedere l’evoluzione di tutto questo quadro“, è stata la risposta di Conte.

    L’attacco a Fratelli d’Italia

    Infine il leader dei grillini ha sferrato un duro attacco verso Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni è stato accusato di ricoprire il ruolo di finta opposizione, come se fosse un fantoccio. Conte l’ha definita “un’opposizione sulla carta, ma diciamo che è un’opposizione molto anomala“, ribadendo che a suo giudizio Fratelli d’Italia ha fatto il proprio ingresso in una presunta nuova maggioranza insieme a Italia Viva di Matteo Renzi.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • I ministri dello Sport di 33 paesi chiedono sanzioni contro la Russia

    I ministri dello Sport di 33 paesi chiedono sanzioni contro la Russia

    I ministri dello Sport di 33 paesi hanno firmato una dichiarazione congiunta chiedendo di sospendere l'adesione di Russia e Bielorussia alle organizzazioni sportive internazionali e di vietare le trasmissioni televisive di competizioni sportive internazionali in...

    Rugby: Italia-Romania 45-13

    Rugby: Italia-Romania 45-13

    (ANSA) - ROMA, 01 LUG - L'Italia centra il terzo successo consecutivo dopo Cardiff e Lisbona andando a battere a Bucarest la Romania per 45-13 (19-6), secondo più ampio margine mai fatto registrare dalla nazionale di rugby nei quarantatré precedenti con i romeni....