Champions: Guardiola,contro Real servono sempre grandi prove

Mag 3, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 03 MAG – “Dovremo fare meglio dell’andata ma
    potremmo anche fare peggio e vincere. Non possiamo escludere che
    vada così. Nessuno lo sa. A volte si ottiene ciò che non si
    merita, altre no. Dobbiamo fare una grande partita e vincere.
        Per eliminare il Real Madrid devi fare ben più di due partite”.
        Reduce dalla vittoria per 4-3 dell’andata all’Etihad, Pep
    Guardiola spiega cosa serve al suo Manchester City per eliminare
    i campioni di Spagna e raggiungere la finale di Champions League
    a Parigi.
        Ma rispetto all’andata ci saranno dei cambi di formazione? “Giochiamo per la Premier League, giochiamo ogni tre giorni, non
    posso far riposare i giocatori”, la risposta del tecnico,
    secondo il quale la sua e quella di Ancelotti “sono due ottime
    squadre, e si è visto una settimana fa. Loro sono i campioni di
    Spagna, noi stiamo cercando di vincere in Inghilterra. Come ho
    detto una settimana fa, siamo in semifinale e abbiamo tanta
    voglia di raggiungere la finale per il secondo anno
    consecutivo”.
        Una battuta su Ancelotti: “gli faccio i complimenti per aver
    vinto il campionato spagnolo. Lo ammiro, è stato in tutto il
    mondo, ha allenato squadre fantastiche. È una persona
    eccezionale, l’ho conosciuto anni fa, è sempre calmo e controlla
    perfettamente le sue emozioni”.
        Oltre al tecnico, nel City parla Kevin De Bruyne. “Come
    giocatore vuoi sempre vincere trofei ,e da anni lottiamo per
    questo obiettivo, la Champions – dice. E’ un trofeo di qualità e
    così difficile da vincere. Io voglio vincere tutte le
    competizioni che posso conquistare, è un compito difficile ma
    vorrei davvero vincere la Champions League”. Sulla partita di
    domani il belga dice che “Real e City sono due club che amano il
    calcio offensivo, sarà una gara diversa da quella dell’andata.
        Ma se giochiamo come abbiamo fatto la scorsa settimana, abbiamo
    il potenziale per essere noi i migliori”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. La città piange Alberto Pietrelli: aveva 69 anni

    Rimini. La città piange Alberto Pietrelli: aveva 69 anni

    E' scomparso ieri mattina Alberto Pietrelli all'età di 69 anni. È stato assistente parlamentare del senatore Giampaolo Bettamio, segretario del gruppo consiliare di Forza Italia in Comune e in Provincia, capogruppo di Forza Italia del Quartiere Uno (Marica centro)....