Clima: Papa, non c’è più tempo, servono decisioni concrete

Set 29, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – CITTA DEL VATICANO, 29 SET – “Non c’è più tempo per
    aspettare, bisogna agire. Ogni strumento che rispetti i diritti
    umani e i principi della democrazia e dello stato di diritto,
    valori fondamentali del Consiglio d’Europa, può risultare utile
    per affrontare questa sfida globale”. Lo dice il Papa in un
    messaggio ai partecipanti all’evento sul clima dell’Assemblea
    Parlamentare del Consiglio d’Europa. “Agiamo con speranza,
    coraggio e volontà, prendendo decisioni concrete. Non possono
    essere rimandate a domani, se hanno come fine quello di
    proteggere la casa comune e la dignità di ogni essere umano”, è
    l’appello di Papa Francesco.
        Sempre sul clima è il videomessaggio di Papa Francesco ai
    giovani impegnati nella Yoth4Climate, l’evento di Milano in
    vista della Cop26: “Desidero ringraziarvi per i sogni e i
    progetti di bene che voi avete e per il fatto che vi preoccupate
    tanto delle relazioni umane quanto della cura dell’ambiente.
        Grazie. È una preoccupazione che fa bene a tutti. Questa visione
    è capace di mettere in crisi il mondo degli adulti, poiché
    rivela il fatto che non solo siete preparati all’azione, ma
    siete anche disponibili all’ascolto paziente, al dialogo
    costruttivo e alla comprensione reciproca”. “Accompagno il
    vostro cammino e vi incoraggio a portare avanti il lavoro per il
    bene dell’umanità”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Focolaio influenza aviaria in allevamento tacchini in Veneto

    Focolaio influenza aviaria in allevamento tacchini in Veneto

    (ANSA) - VERONA, 21 OTT - Un focolaio di influenza aviaria H5 ad alta patogenività è stato individuato in un allevamento di tacchini da carne a Ronco all'Adige (Verona),. Il Centro di referenza nazionale dell'IzsVe ha confermato la positività virologica per virus...

    Tutti i processi a carico del Cav

    Tutti i processi a carico del Cav

     Con la sentenza del Tribunale di Siena che oggi lo ha assolto perché il fatto non sussiste si è chiuso per Silvio Berlusconi il primo dei tre processi sul caso Ruby ter, ossia su quei presunti versamenti a ragazze ospiti delle serate del "bunga-bunga" di Arcore...