Commerciante ucciso: fiori e lumini sul luogo del delitto

Dic 24, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOSCOREALE (NAPOLI), 24 DIC – “Sei morto per
    difendere il frutto del tuo lavoro. Spero che chi ha fatto ciò,
    paghi”. E’ scritto così, accanto ad un fascio di rose rosse
    depositate davanti alla saracinesca abbassata della pescheria “Il delfino”, a Boscoreale (Napoli), dove ieri sera è stato
    ucciso da rapinatori il pescivendolo Antonio Morione, di 41
    anni.
        Fasci di rose, lumini accesi, e qualche biglietto viene
    aggiunto dai passanti in via Giovanni della Rocca: “Non è
    giusto morire per difendere il proprio lavoro ed i propri
    sacrifici” ha scritto un’associazione locale.
        All’ interno della pescheria, chiusa, il telefono ha
    squillato a lungo stamattina presto. Chi non sapeva
    dell’accaduto chiamava per prenotare il pesce ed i frutti di
    mare della cena della Vigilia di Natale, una tradizione di
    Napoli e provincia. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • BELLARIA IGEA MARINA. IL CORSO DI SCRITTURA ONLINE FIRMATO KAS8 FACTORY

    BELLARIA IGEA MARINA. IL CORSO DI SCRITTURA ONLINE FIRMATO KAS8 FACTORY

    Il Centro culturale Kas8 Factory organizza un corso di scrittura online, che sarà tenuto dall’autrice Anna Silvia Armenise . Articolato in quattro lezioni di un'ora e mezza, che si svolgeranno su piattaforma Zoom, il corso mira a fornire ai partecipanti conoscenze di...

    Malagò: ‘Ho rischiato l’ictus, ora sono fuori pericolo’

    Malagò: ‘Ho rischiato l’ictus, ora sono fuori pericolo’

       "La sera del 24 dicembre mi sono ricoverato in day hospital per un piccolo intervento agli occhi, e i medici mi hanno diagnosticato una aritmia atriale, molto comune, che normalmente si sente ma io non l'avevo mai sentita.    Mi hanno detto...