• Commissioni, tre alla Lega. Craxi fa il bis agli Esteri

    Condividi l'articolo

    Con l’elezione dei presidenti di dieci commissioni del Senato, ieri, si è completata la formazione degli organismi parlamentari ordinari. In sospeso, ora, ci sono solo le commissioni bicamerali di garanzia (in primis Vigilanza Rai e Copasir) che spettano alle opposizioni, e su cui – probabilmente – andrà presto in scena un nuovo scontro interno al centrosinistra.

    Come previsto dagli accordi di maggioranza, cinque presidenze sono andate a Fratelli d’Italia, tre alla Lega e due a Forza Italia. Uno schema rispettato anche per le vicepresidenze. Le altre dieci vicepresidenze sono andate alle opposizioni: tre al Movimento 5 stelle e al Partito democratico, due ad Azione-Italia viva, una all’Alleanza Verdi Sinistra e una alle Autonomie. Nove presidenti sono novità, con una sola conferma: l’azzurra Stefania Craxi, rieletta alla guida della Esteri, commissione che vede molti leader tra i suoi membri: da Matteo Renzi a Mario Monti a Pieferdinando Casini. Alla presidenza della Affari Costituzionali è stato eletto il senatore FdI Alberto Balboni; alla Giustizia la leghista Giulia Bongiorno, alla cruciale Programmazione economica e Bilancio è stato eletto Nicola Calandrini, meloniano. Mentre il presidente della Lazio, Claudio Lotito di Forza Italia, e Antonio Misiani del Partito democratico sono i nuovi vicepresidenti.

    Massimo Garavaglia della Lega è il nuovo presidente della commissione Finanze e Tesoro, e ad un leghista, Roberto Marti, va pure la Commissione Cultura, che vede tra i propri membri le due senatrici a vita Elena Cattaneo e Liliana Segre. Alle Politiche Ue va Giuliio Terzi di Sant’Agata, quota Fdi, mentre tra i membri siedono Silvio Berlusconi.

    A Claudio Fazzone di Forza Italia va la presidenza della commissione Ambiente, energia e lavori pubblici, mentre il senatore FdI Luca De Carlo è il neo presidente della commissione Industria, commercio, turismo, agricoltura. Francesco Zaffini di FdI è infine il nuovo presidente della commissione Affari sociali, sanità e lavoro.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte