• Con il fotovoltaico autoproduce il 50% dell’energia che consuma: ecco la stazione tipo dell’Emilia-Romagna

    Condividi l'articolo

    Non solo i treni, con l’elettrificazione delle linee di Trenitalia-Tper che procede in maniera significativa verso l’obiettivo del superamento dei mezzi alimentati a diesel: in Emilia-Romagna anche le stazioni ferroviarie diventano ancora più sostenibili e rendono il trasporto su ferro una scelta sempre più attenta all’ambiente.

    Si è infatti conclusa la prima fase dei lavori di efficientamento energetico della stazione di Budrio, in provincia di Bologna, che è stata scelta da Ferrovie Emilia-Romagna come “stazione tipo” e banco di prova per un progetto che vuole ridurre l’impatto energetico di tutte e 52 le stazioni gestite dalla società in house della Regione che si occupa di infrastrutture ferroviarie.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte