• Con vestiti leggeri su ghiacciaio, migliora 26enne

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – AOSTA, 03 OTT – Sono in miglioramento le condizioni
    del 26enne britannico salvato all’alba di domenica dopo aver
    trascorso una notte all’addiaccio a quota 3.100 metri sul
    ghiacciaio di Bionnassay, nel versante italiano del massiccio
    del Monte Bianco. L’uomo al momento resta ricoverato in prognosi
    riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Parini di
    Aosta.
        Quando i tecnici del Soccorso alpino valdostano (Sav) lo
    hanno recuperato giungendo sul posto in elicottero, la sua
    temperatura corporea era compresa tra i 25 e i 27 gradi. Dopo il
    ricovero, nel pomeriggio di domenica, era salita a 33 gradi.
        Senza documenti con sé, era in possesso solo di una carta di
    credito non sua. Indossava abbigliamento da escursionista (tuta
    e scarponi) e non aveva imbrago, piccozza e ramponi nonostante
    si trovasse su un ghiacciaio. Per ripararsi usava un telo, a
    fronte di temperature scese a quella quota sotto lo zero.
        Il vento forte e la scarsa visibilità avevano impedito a una
    squadra via terra – composta da Sav e Soccorso alpino della
    Guardia di finanza di Entrèves – di raggiungerlo durante la
    notte. Era stato lui stesso a chiedere aiuto la sera di sabato.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte