Conference scacciapensieri, Mou: ‘Roma sta bene’

Set 29, 2021

  • Condividi l'articolo

    Due partite per dimenticare il derby che per Mou non lascerà strascichi. Zorya ed Empoli anticipano la sosta per le Nazionali e Josè Mourinho vuole chiudere con altrettanti successi per proseguire il cammino, quasi immacolato, di questo inizio di stagione. Le trasferte con Verona e Lazio sono le due macchie dell’avventura dello Special One fin qui e la Conference fornisce ai giallorossi subito la prima risposta sul campo. Dopo il successo per 5-1 contro il CSKA Sofia diventa fondamentale vincere per la Roma in modo da indirizzare una qualificazione che non deve essere messa in discussione. Mourinho questa volta, però, farà dei cambi rispetto all’undici titolare che ormai ha scelto per il campionato. Karsdorp e Veretout non sono nemmeno partiti per l’Ucraina, mentre Mkhitaryan e Vina hanno volato con la squadra ma siederanno in panchina. Guai, però, a parlare di Roma B in campo con l’allenatore portoghese. “E’ un concetto che non esiste, un conto è parlare di cambi, un altro è menzionare la squadra B – ha spiegato il tecnico in conferenza – Abbiamo la necessità di far riposare qualche calciatore e di dare un’opportunità a chi non sta giocando. Veniamo qui con una squadra forte e vogliamo vincere la partita”. Per questo in difesa gli esterni dovrebbero essere Tripi e Calafiori con Smalling e Kumbulla a fare da centrali. In mezzo al campo ballottaggio Diawara-Villar al fianco di Cristante, mentre sulla trequarti Pellegrini, vista la squalifica nel derby, dovrebbe essere certo del posto con Carles Perez ed El Shaarawy ai lati. In attacco, invece, turno di riposo ad Abraham e spazio alla staffetta composta da Shomurodov e Borja Mayoral con l’uzbeko dal primo minuto. E proprio l’ex Genoa alla vigilia è tornato sul derby perso domenica. “La Lazio ha avuto un avvio molto forte, ma noi ora dobbiamo pensare solo a vincere domani” ha detto l’attaccante. Dunque nessun contraccolpo psicologico, come sottolineato anche dallo stesso Mourinho. “La squadra l’ho vista bene, indietro non possiamo tornare e dell’arbitraggio non voglio più parlare. Ora non ci resta che vincere la prossima gara” che per lo Special One sarà la numero 200 in Europa. Ancora presto, però, per tracciare una road map della Conference League giallorossa. “Chiaro che mi piacerebbe vincere questo trofeo, ma oggi non può essere un obiettivo. Dobbiamo essere solo concentrati sul passaggio del girone e sulla trasferta con lo Zorya che rappresenta delle insidie. Ogni volta che sono venuto in Ucraina con Inter, Chelsea e United ho sempre faticato”, è stato il monito di Mourinho che vuole andare al break per le Nazionali con sei punti, 3 in Europa e altrettanti domenica prossima in campionato con l’Empoli.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Banche: Bcc E-R, all’Europa chiediamo proporzionalità

    Banche: Bcc E-R, all’Europa chiediamo proporzionalità

    (ANSA) - BOLOGNA, 23 OTT - "Con la riforma del credito cooperativo del 2016, nel 2019 sono nati i gruppi bancari cooperativi e sono entrati nella vigilanza della Banca Centrale Europea. Questo ha determinato delle regole che sono uniformi su tutti i gruppi bancari e...