Coppa America: varato nuovo protocollo, confermati gli AC75

Nov 16, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 16 NOV – Gli AC75 continueranno a essere le
    barche utilizzate per le regate dell’America’s Cup di vela che
    si disputerà nel 2024, in una località ancora da designare. Le
    barche volanti viste all’opera nella finale del marzo scorso,
    fra Luna Rossa ed Emirates Team New Zealand, nel mare di
    Auckland, continueranno a essere le protagoniste anche della
    competizione che verrà.
        Lo ha stabilito il protocollo reso noto poco fa e
    sottoscritto dal ‘defender’ neozelandese con lo sfidante
    ufficiale di Ineos. Fra le novità principali, ogni sodalizio
    potrà costruire soltanto una nuova barca (ma può utilizzare, in
    aggiunta, quelle già realizzate nell’ultima campagna);
    l’equipaggio sarà ridotto da 11 a otto velisti; più severa la
    regola sulla nazionalità dei componenti l’equipaggio (tutti i
    membri a bordo dovranno essere in possesso, alla data del 17
    marzo scorso, del passaporto della nazione di cui lo Yacht club
    fa parte, o avervi risieduto per 18 mesi nei tre anni precedenti
    a quella data, ma in quel periodo è concesso essere stati ad
    Auckland per l’America’s Cup).
        Otto mesi dopo il trionfo dei ‘kiwi’, le principali
    indicazioni per il nuovo regolamento sono state varate,
    nell’attesa che parta la selezione fra gli sfidanti, che poi
    porterà a designare l’equipaggio che avrà acquisito il diritto a
    sfidare i neozelandesi. La sede del nuovo evento verrà
    comunicata entro il 31 marzo prossimo: restano in ballo Cork
    (Irlanda), Jeddah (Arabia Saudita), Valencia-Barcellona
    (Spagna); è assai improbabile che la 37/a America’s Cup venga
    proposta ancora una volta nella ‘Terra di mezzo’, ossia in Nuova
    Zelanda. “Abbiamo cercato di rendere la prossima Coppa America
    meno costosa e più inclusiva. Il protocollo questa volta vedrà
    ridotti i costi operativi delle squadre, senza compromettere
    nessuno degli sviluppi tecnici per cui la competizione è
    famosa”, ha detto Ben Ainslie, ceo di Ineos, lo sfidante
    ufficiale.
        Le regate di avvicinamento alla kermesse velica dovrebbero
    essere tre, gli sfidanti si potranno iscrivere a partire dal
    primo dicembre prossimo ed entro il 31 luglio 2022. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte