• Coppa Italia, Juventus: Landucci “Era importante ripartire”

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – TORINO, 19 GEN – “Era importante ripartire e lo
    abbiamo fatto bene: c’è una nuova dirigenza, siamo sempre stati
    tranquilli perché pensiamo solo al campo e al resto ci pensano i
    dirigenti”. Così il viceallenatore della Juventus, Marco
    Landucci, dopo il successo in Coppa Italia contro il Monza.
        “Vogliamo andare avanti e arrivare in fondo, come in ogni
    competizione cui partecipiamo – aggiunge, sul percorso in coppa
    – e adesso penseremo ad un’altra gara difficile come quella
    contro l’Atalanta”. Chiesa ha ritrovato il gol dopo un anno
    terribile: “E’ importante per la Juve ed è una rete importante,
    è stata dura per lui ma ha lavorato duramente nonostante qualche
    intoppo” commenta sul classe 1997. E sugli altri infortunati: “Cuadrado, Pogba e Vlahovic sono un po’ in ritardo di condizione
    – spiega sui big che attendono il rientro – ma faremo un’altra
    amichevole per loro: l’importante è che non abbiano avuto
    problemi”.
        Palladino si tiene la prestazione. “Siamo comunque felici, ho
    avuto risposte importanti da chi aveva trovato meno spazio –
    commenta il tecnico del Monza – e la forza di questa squadra è
    il gruppo: dobbiamo continuare così, il percorso di crescita
    intrapreso è quello giusto”. Per un momento ci aveva anche
    creduto. “A Chiesa è riuscita la giocata del grande campione –
    l’analisi sul gol subito nel finale – e a noi è mancato un
    pizzico di coraggio negli ultimi metri, ma abbiamo comunque
    messo cuore, anima e intensità”.
        E sul mercato: “Siamo tantissimi giocatori, ma non mi piace
    parlare di questo tema – la risposta di Palladino – e dico solo
    che dobbiamo sfoltire la rosa: abbiamo parlato con chi dovrà
    trovare una nuova sistemazione, mentre per le entrate abbiamo
    fatto valutazioni ma siamo a posto così. Se poi l’ultimo giorno
    arrivasse una bomba, la prendiamo volentieri (ride)”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte